Nuove ricette

Festaioli dell'Oktoberfest trattati ogni 10 minuti

Festaioli dell'Oktoberfest trattati ogni 10 minuti


Ospedali invasi da incidenti legati alla birra

Wikimedia/Wind

Gli ospedali di Monaco trattano i bevitori dell'Oktoberfest ogni 10 minuti durante il festival.

L'ospedale universitario di Monaco è decorato con stamina e boccali di birra in carta in onore dell'Oktoberfest, che sarà la fonte di molti visitatori dell'ospedale durante il festival.

"In questo periodo dell'anno i dipartimenti di emergenza e incidenti della città diventano, per alcuni, solo un'altra tenda al festival", secondo The Local, che afferma che gli ospedali di Monaco curano un festaiolo ubriaco dell'Oktoberfest ogni 10 minuti.

Il personale ospedaliero dice di non amare i pazienti extra dell'Oktoberfest, perché tendono a vomitare ovunque e arrivano in numero tale da occupare lo spazio che potrebbe essere necessario per affrontare le emergenze reali. Quando l'unità principale si riempie inevitabilmente nei giorni più importanti dell'Oktoberfest, hanno detto alcuni membri del personale, l'ospedale mantiene due stanze extra piene di materassi sul pavimento per far dormire le persone ubriache, in modo che non rotolino fuori dall'altezza normale dell'ospedale. letti.

"Hai della birra di frumento?" ha chiesto a un paziente anziano che sembrava più preoccupato di farsi portare dal personale dell'ospedale più birra di quanto non fosse con la grande ferita aperta sulla gamba.

La maggior parte dei problemi medici dell'Oktoberfest vengono trattati nella tenda medica del festival, che è gestita da due medici, quattro infermiere e sei guardie di sicurezza per tenere in riga i pazienti più aggressivi. Il trattamento standard nella tenda prevede sale, glucosio e un'iniezione per curare la nausea. I casi più gravi vengono trasferiti agli ospedali di Monaco, che si occupano degli esiti di risse tra ubriachi e casi più gravi di avvelenamento da alcol.


Fruhlingsfest: un mix epico tra una fiera di stato e l'Oktoberfest tedesco

Il primo fine settimana di maggio ha segnato l'ultimo fine settimana della festa della birra primaverile di Monaco, chiamata Fruhlingsfest. Spesso chiamata la sorellina dell'Oktoberfest, il Fruhlingsfest si svolge da metà aprile all'inizio di maggio. Sebbene possa essere significativamente più piccolo della sua sorella maggiore, è tutto il divertimento e poi alcuni.

Situato al Theresienwiese (il campo ufficiale dell'Oktoberfest di Monaco), a prima vista, il festival sembra il normale carnevale. Immagina una fiera statale con folli giostre capovolte, una ruota panoramica e baracche gastronomiche a bizzeffe. Quindi, aggiungi due enormi tende rivestite con fusti di legno e piene di cameriere tedesche in dirndl e uomini in abbondanza vestiti di lederhosen. Ecco l'epico evento chiamato Fruhlingsfest!

Ci sono due tende principali, l'Ippodromo e la tenda Augustiner.

Ogni posto vicino a 2.000 persone e serve diversi tipi di birra. La prima è la birra Augustiner, che proviene dal più antico birrificio di Monaco e viene prodotta con lo stesso processo dei suoi originali birrai, un ordine di monaci, dal 1328. Continuano a mantenere le loro tradizioni di quasi 700 anni e servono il loro prodotto rigorosamente da botti di legno sia all'Oktoberfest che al Fruhlingsfest.

L'altra birra servita è la Paulaner Weisen, una bavarese di frumento bianca, perfettamente schiumosa e deliziosa. L'ingresso alle tende è gratuito, ma costa 8 euro per Maß (un boccale da un litro) di birra, che si traduce in circa 4 lattine da 12 once. birra. Il festival va dalle 12:00 alle 23:00, ma è necessario arrivare prima nel pomeriggio se vuoi accaparrarti un tavolo per te e i tuoi amici.

Completi da una chiassosa band bavarese, i musicisti suonano una varietà di musica, sia melodie tedesche che americane, con cui l'intera folla è obbligata a cantare insieme. La migliore canzone di gran lunga, Ein Prosit, viene riprodotta ogni 20 minuti circa per incoraggiare i festaioli a continuare a sbuffare e mantenere alti i livelli di energia.

Ogni volta che viene suonata, tutti si alzano e non possono fare a meno di muoversi al ritmo della canzone, allietando tutti con il loro gigantesco boccale di birra. Terminando con un grido chiassoso di "PROST", l'equivalente tedesco di "cin cin", è una canzone che ricorda ai frequentatori di feste il motivo per cui sono lì, per "Gemütlichkeit". Sebbene non abbia una vera traduzione inglese, "Gemütlichkeit" significa approssimativamente l'unione sociale e lo spirito amichevole che sia l'Oktoberfest che il Fruhlingsfest dovrebbero incarnare.

Tutto sommato, se hai la possibilità di andare al Fruhlingsfest, fai il viaggio in un baleno. Buona birra, buon cibo e buoni amici, non puoi davvero andare molto meglio di così. Prosta!


Oktoberfest: festeggia la stagione con la gemutlichkeit tedesca

DESIDERIO DI WURST: Il proprietario del ristorante PeterKahl beve una birra dell'Hofbrau dell'Oktoberfest durante la celebrazione al ristorante Speisekammer.

TEMPO DI FESTA: Parte dell'atmosfera festosa intorno all'Oktoberfest sono i balli tradizionali, come dimostrano Jim Zimmerman e Cindy Bruneman al ristorante Speisekammer.

Alcuni dei famosi piatti tedeschi che si possono trovare all'Oktoberfest includono i crauti.

Alcuni dei famosi piatti tedeschi che si possono trovare all'Oktoberfest includono salsicce in stile tedesco.

Alcuni dei famosi piatti tedeschi che si possono trovare all'Oktoberfest includono Bretzen.

DA QUASI 200 anni, la capitale della Baviera ha ospitato l'Oktoberfest, l'amato spettacolo di birra e salsicce che attira 6 milioni di festaioli all'anno e ispira imitazioni in tutto il mondo. In questi giorni, puoi issare un bratwurst all'Oktoberfest da Honolulu a Savannah. E i festeggiamenti tedeschi della Bay Area continuano settimane dopo che il freddo clima autunnale ha posto fine ai festeggiamenti di Monaco.

La scorsa settimana, le band oompah e il bratwurst alla griglia erano all'Alameda's Speisekammer, un accogliente ristorante tedesco che chiude Lincoln Avenue ogni anno e lo trasforma in un ampio biergarten, con 1.500 posti a sedere. Le donne in costume ballano, gli uomini in lederhosen sollevano boccali di birra e il profumo inebriante di salsicce alla griglia e bistecche di maiale si diffonde dalle griglie all'aperto del ristorante.

Naturalmente, non hai bisogno di fisarmoniche e tube per ospitare il tuo Oktoberfest a casa, solo una buona dose di gemutlichkeit e una buona fonte per bratwurst e weisswurst, la salsiccia di vitello macchiata di prezzemolo amata da generazioni di Muncheners.

Gemutlichkeit, il marchio di fabbrica della Germania, "calore accogliente e cordialità" sono fondamentali, afferma Phil Hadley, direttore generale della Speisekammer.

Così è il cibo: salsicce bavaresi, bistecche di maiale, crauti, cavolo rosso marinato, insalata di patate e quei famosi Bretzen incrostati di sale, che Speisekammer acquista da Pure Grain, un panificio tedesco a Vacaville.

Tutti hanno una ricetta di insalata di patate preferita & #8212 e gli americani hanno un debole per quella che chiamano "insalata di patate calda tedesca",” di solito condita con sgocciolatura di pancetta calda. Ma la maggior parte dei bavaresi preferisce le patate condite semplicemente, con una leggera vinaigrette, prezzemolo tritato e abbondante sale e pepe. Alcuni Oma dai capelli bianchi diluiscono prima l'aceto con acqua, aggiungendo un pizzico di zucchero e cipolle affettate e lasciando marinare il composto per diversi giorni prima dell'uso.

È la stessa miscela che usano per la loro “gemischtes salat,” un'insalata composta che si trova nei menu dei biergarten e dei ristoranti tedeschi, e di solito consiste in una piccola insalata di lattuga al burro, un'insalata di pomodori a fette e prezzemolo e una radice di sedano o insalata di carote grattugiate, il tutto adagiato ad arte su un piatto.

Ma l'atmosfera è una parte essenziale della gemutlichkeit, e l'Oktoberfest della Speisekammer è, beh, "davvero carino", dice Hadley.

“Chiudiamo la strada, mettiamo un mucchio di tende da birra e tavoli tradizionali da biergarten,”, dice Hadley. “C'è musica tradizionale tedesca, ballerini tedeschi vestiti con i loro lederhosen. Tiene stretta la comunità tedesca.”

Tendiamo a pensare all'Oktoberfest come a un gigantesco kegger, ma il primo Oktoberfest di Monaco di Baviera fu in realtà un ricevimento di nozze per il principe ereditario Ludwig e la sua sposa, la principessa Therese, nel 1810. La coppia reale invitò il popolo di Monaco di Baviera a unirsi a loro sul campi vicino alle porte della città per cinque giorni di baldoria, sfilate, musica, cibo e una corsa di cavalli che si è rivelata così popolare, l'evento ha ottenuto il bis l'anno successivo. E il prossimo. E il prossimo.

Nel 1818 erano stati aggiunti un carosello e due giostre, e nel 1896 le bancarelle informali della birra si erano trasformate in enormi tende e sale semi-permanenti per la birra, sponsorizzate dai sei principali birrifici di Monaco. Man mano che l'evento cresceva, gli organizzatori hanno spostato la data di inizio a settembre per sfruttare il clima più caldo.

Quei campi sono ora conosciuti come Theresienwiese o Therese’s prato, e lo stesso Oktoberfest è un evento enorme con 6 milioni di litri di birra chiara ambrata, champagne bar alla moda e tende dai colori brillanti in grado di ospitare da 3.000 a 9.000 persone alla volta. 8212 è soprannominato “Wies’n.”

Vanta giostre, montagne russe, bande di ottoni e milioni di libbre di bratwurst, 87 buoi allo spiedo, 460.000 polli arrosto e innumerevoli tini di crauti, cavolo rosso marinato e insalata di patate.

E appesi ovunque: cuori di pan di zenzero riccamente decorati e ornati di nastri che proclamano “Oktoberfest” o “Ti amo” auf Deutsch.

Il prossimo Oktoberfest di Monaco va dal 22 settembre al 7 ottobre 2007, ma non devi aspettare così tanto per festeggiare. Fort Mason si trasforma in Munich West — molto, molto lontano West — questo fine settimana per l'ottava edizione dell'Oktoberfest-by-the-Bay, con tanto di musica della Chico Bavarian Band di 21 elementi e balli degli Schuhplattler. Schroeder’s, il ristorante tedesco di 113 anni nel distretto finanziario di San Francisco, celebra l'Oktoberfest ogni venerdì sera fino a ottobre.

E puoi sempre fare la cosa gemutlich a casa.

Weisswurst alla griglia, Bockwurst e altre salsicce alla tedesca Bretzen e Brotchen (salatini e panini), senape, Rotkohl (cavolo rosso marinato), Kartoffelsalat (insalata di patate), Gemischtes Salat (insalata composta) Apfelstrudel e cuori di pan di zenzero.

Rotkohl (cavolo rosso marinato)

Ricetta per gentile concessione del ristorante Suppenkuche di San Francisco.

2 teste di cavolo rosso, affettate sottilmente

1/4 tazza di salsa di mirtilli rossi, o più a piacere

Mescolare il cavolo, l'aceto, il succo, lo zucchero e le spezie, mescolando bene e assaggiando per insaporire. Il gusto deve essere dolce e aspro. Coprire bene e marinare per una notte.

Soffriggere le cipolle nel burro finché non saranno leggermente caramellate. Aggiungere il cavolo rosso e la salsa di mirtilli rossi e cuocere per circa un'ora a fuoco medio, mescolando di tanto in tanto per assicurarsi che non si attacchi al fondo. Il cavolo dovrebbe avere ancora una leggera croccantezza. Aggiustare il condimento a piacere.

Per porzione: 80 calorie, 3 g di proteine, 19 g di carboidrati, 0,5 g di grassi, 0 colesterolo, 30 mg di sodio, 5 g di fibre. Calorie dai grassi: 7 percento.

Ricetta per gentile concessione di Sturgis Pretzel House.

1 confezione di lievito secco attivo

1/8 di tazza di acqua calda (105 gradi)

Sciogliere il lievito in 1/8 di tazza di acqua tiepida.

Trasferire in un mixer dotato di attacco a foglia e aggiungere l'acqua calda rimanente, lo zucchero di canna e la farina. Sbattere fino a che liscio, quindi impastare l'impasto a mano fino a renderlo liscio ed elastico.

Scaldare il forno a 475 gradi. Preparate una teglia ungendola e cospargendo sul fondo un po' di sale marino.

Nel frattempo, riempire una casseruola con acqua, aggiungendo 2 cucchiai di bicarbonato di sodio per ogni tazza d'acqua. Porta a ebollizione la soda e l'acqua.

Strappate un po' di pasta e, con le mani, arrotolatela in un lungo cilindro, del diametro di una matita. Raccogli entrambe le estremità, incrocia per formare le orecchie di coniglio, quindi attorciglia le estremità e tirale indietro nel resto dell'anello per formare ogni pretzel. (Nota: i pretzel più grandi sono più facili da modellare rispetto a quelli piccoli.)

Metti i pretzel attorcigliati nella miscela di acqua bollente/bicarbonato di sodio per 15-30 secondi, finché l'impasto dei pretzel non diventa di colore giallo pallido. Quindi rimuovere i pretzel e metterli su fogli di biscotti preparati.

Cospargere di sale marino macinato grossolanamente sulla superficie e cuocere per 8-10 minuti, o fino a quando i pretzel non saranno dorati.

Per pretzel (senza sale): 320 calorie, 8 g di proteine, 69 g di carboidrati, 1 g di grassi, 0 di colesterolo, 5 mg di sodio, 2 g di fibre. Calorie dai grassi: 2%.

Apfelstrudel (strudel di mele)

3 grandi mele rosse, sbucciate e affettate sottilmente

1/4 tazza o meno di succo di limone

1/2 tazza di briciole di cracker graham

Preriscaldare il forno a 375. Passare le mele nel succo di limone, quindi mescolare con la scorza grattugiata, lo zucchero, la cannella e l'uvetta. Accantonare.

In un robot da cucina, tritare insieme le nocciole e le briciole di cracker graham.

Stendere un foglio di pasta fillo sul piano di lavoro e spennellarlo con burro fuso. Metti altri due fogli sopra, spennella con il burro e cospargi due cucchiai di composto di noci e cracker sulla superficie. Ripetere.

Mettere sopra il settimo strato di pasta fillo, spennellare con burro e cospargere generosamente con la miscela di noci. Scolate le mele e stendetele sull'impasto. Piegare le estremità e arrotolare nel senso della lunghezza.

Trasferire su una teglia unta, posizionando la cucitura dello strudel verso il basso. Spennellare la superficie con un po' più di burro e cuocere fino a doratura, da 20 a 30 minuti.

Lascia raffreddare 15 minuti prima di servire. Spolverare con zucchero a velo e servire con ciuffi di panna montata.

Per porzione: 290 calorie, 3 g di proteine, 32 g di carboidrati, 19 g di grassi, 30 mg di colesterolo, 35 mg di sodio, 4 g di fibre. Calorie dai grassi: 59 percento.

Adattato da “Rose’s Christmas Cookies” di Rose Levy Beranbaum.

2 cucchiaini di zenzero macinato

1/4 di cucchiaino di chiodi di garofano macinati

1/2 tazza di melassa non solforata

Glassa reale (o glassa a tubo, se sei di fretta) Nastro

In una ciotola media, setacciare la farina, il sale, il bicarbonato e le spezie insieme.

Montare il burro e lo zucchero insieme in un mixer elettrico o in un robot da cucina.

Aggiungere l'uovo e la melassa e sbattere fino a che liscio, raschiando i lati.

Aggiungere gli ingredienti secchi e frullare fino a incorporarli. Raschiare l'impasto su un foglio di pellicola trasparente e formare un disco piatto. Avvolgere bene l'impasto e metterlo in frigorifero per due ore o fino a quando non si sarà rassodato.

Preriscaldare il forno a 350 gradi e foderare le teglie con un foglio di alluminio resistente. Imburrare leggermente la pellicola.

Stendere l'impasto tra due fogli di pellicola trasparente a uno spessore di 1/4 di pollice e ritagliare i cuori utilizzando un tagliabiscotti da 5 pollici o un modello a forma di cuore. Trasferire sulle teglie preparate utilizzando una spatola grande.

Cuocere i biscotti 10-12 minuti o fino a quando iniziano a scurirsi ai bordi. Raffreddare i biscotti sulle teglie per un minuto o due, quindi prendere uno spiedino e praticare delicatamente due fori nella parte superiore di ciascun biscotto, in modo da poterli infilare in seguito con un nastro sottile. Afferrando i bordi del foglio di alluminio, trasferisci il contenuto della teglia su un piano di lavoro, in modo che i biscotti possano finire di raffreddarsi indisturbati sul foglio.

Quando i biscotti sono completamente freddi, utilizzare la glassa reale (3 albumi grandi e 4 tazze di zucchero a velo sbattuto a bassa velocità finché lo zucchero non si sarà inumidito, quindi ad alta velocità fino a quando non saranno molto lucidi e rigidi, da 5 a 7 minuti) per scrivere un messaggio sul biscotto e formare un bordo decorativo. (Scorciatoia: puoi acquistare punte decorative che si adattano all'acquisto in negozio, spremere la glassa del tubo e usarla al suo posto.)

Lascia asciugare la glassa per almeno 24 ore, quindi infila un nastro sottile nei fori in modo da poterli appendere. Questa ricetta produce sei cuori da 5 pollici, ma alcuni biscotti dell'Oktoberfest sono realizzati in dimensioni ancora più grandi e decorati con fiori di glassa lungo i bordi.

Per porzione: 620 calorie, 8 g di proteine, 93 g di carboidrati, 24 g di grassi, 95 mg di colesterolo, 340 mg di sodio, 2 g di fibre. Calorie dai grassi: 35 percento.

Kartoffelsalat (insalata di patate)

Nonostante la popolarità dell'insalata di patate tedesca calda in questo paese, il tradizionale kartoffelsalat bavarese tende ad essere un affare più semplice.

Le patate vengono bollite con la buccia, poi sbucciate velocemente — usare un guanto da forno per proteggersi le mani — e affettate in una grande ciotola da portata dove vengono condite con una leggera vinaigrette e condite con cipolle a dadini, prezzemolo, sale e pepe . Il ristorante Speisekammer di Alameda aggiunge mele a fette e utilizza una vinaigrette a base di olio, aceto di sidro, coriandolo e un pizzico di cumino.

Contatta Jackie Burrell al (925) 977-8568 o [email protected]

– Celebrazioni stagionali dell'Oktoberfest

OKTOBERFEST-BY-THE-BAY, 12-15 ottobre a Fort Mason, Marina e Buchanan Streets, San Francisco. Musica, balli, specialità tedesche. Biglietti: ingresso generale $ 15, $ 5 per adolescenti, bambini fino a 12 anni gratuiti. Supplemento per cibo e birra. Chiama il numero (888) 746-7522 o visita http://www.OktoberfestByTheBay.com.

OKTOBERFEST AT SCHROEDER’S, le celebrazioni dell'Oktoberfest il 13, 20 e 27 ottobre offrono musica, balli e un menu dell'Oktoberfest. Le porte si aprono alle 17:00, la band inizia a suonare alle 18:00. Costo del coperto: $5-$7. Schroeder’s, 240 Front St., San Francisco, (415) 421-4778.

– OKTOBERFEST AL MAX’S, menu Oktoberfest tutto il mese. Max’s Diner, 2015 Crow Canyon Pl., San Ramon, (925) 277-9300 Max’s Diner and Bar, 500 12th St., Oakland (510) 451-6297 e altri ristoranti Max’s, http:/ /www.maxsworld.com.

– Gemutlichkeit tutto l'anno

SPEISEKAMMER, ristorante e biergarten bavarese e tedesco, 2424 Lincoln Ave., Alameda, (510) 522-1300, http://www.Speisekammer.com.

PURE GRAIN BAKERY & CAFE, brotchen tedesco, bretzen e dessert, 11 Town Square, Vacaville, (707) 447-4121.

SUPPENKUCHE, ristorante tedesco, 525 Laguna St., San Francisco, (415) 252-9289, http://www.suppenkuche.com.

WALZWERK, cucina della Germania dell'Est, comprese alcune opzioni vegetariane di Schnitzel, 381 S. Van Ness, San Francisco, (415) 551-7181, http://www.walzwerk.com.

SCHNITZELHAUS, Cucina tedesca e austriaca, 294 9th St., San Francisco, (415) 864-4038, http://www.schnitzel-haus.com.

SCHROEDER’S, il più antico e più grande ristorante tedesco sulla costa occidentale, 240 Front St., San Francisco, (415) 421-4778, http://www.schroederssf.com.

BAVARIA SAUSAGE, online, un'azienda con sede nel Wisconsin spedisce autentiche salsicce bavaresi, Leberkaes e altre specialità tedesche, tra cui bretzen surgelati e semicotti che puoi finire di cuocere a casa. Trovali online su http://www.bavariasausage.com. Molti supermercati locali vendono anche il bockwurst di Saag e il bratwurst di Marzenbier.

La birra è la bevanda preferita durante le celebrazioni dell'Oktoberfest, ovviamente, ma altre bevande — alcoliche e analcoliche— sono servite anche nelle enormi tende di Monaco.

SEKT: Uno spumante leggero, leggermente dolce, simile al Prosecco. All'Oktoberfest, viene servito all'Hippodrom, la tenda rossa e dorata alla moda di Spaten-Franziskaner, che può ospitare 4.200 persone e vanta un Sektbar.

RADLER: La leggenda narra che questo spritz di birra e limonata frizzante sia stato inventato al Kugler-Arm Gasthof nel 1922 quando un gruppo di ciclisti bavaresi molto assetati — o Radler — si presentò un giorno caldo quando le scorte di birra stavano finendo . Così, il proprietario ha mescolato la birra scura con “limo,” una soda al limone che ha il sapore di un 7-Up particolarmente agrumato, in parti uguali e ha soprannominato il nuovo intruglio a basso contenuto alcolico un “Radler,” dopo i suoi ospiti .

È molto popolare in Germania. Per farlo qui, dovrai trovare un sostituto per la limousine (pronunciato LEE-moh) — negozi di alimentari di lusso portano la soda al limone San Pellegrino e le limonate frizzanti francesi che sono buoni sostituti. Anche la bibita gassata funziona, ma la bevanda sarà torbida.

SPETZI: Questa famosa miscela di soda analcolica è in parti uguali Coca Cola e Orange Fanta — ma attenzione, la Fanta tedesca è notevolmente meno stucchevole della nostra. Un mix migliore qui è metà Coca Cola, metà Orangina (o arancia San Pellegrino o soda al limone). Servire ben freddo, con ghiaccio.

APFELSAFT: il succo di mela ghiacciato viene servito in piccoli boccali di birra ai bambini e ai non amanti della birra all'Oktoberfest e ad ogni altro festival tedesco.


Alzandone uno per l'Oktoberfest

1 di 2 Jason Hurta di New Braunfels è il campione nazionale di Masskrugstemmen, uno sport tedesco in cui i concorrenti tengono con il braccio esteso un boccale da 1 litro pieno di birra il più a lungo possibile. 26 settembre 2014. San Antonio Express-News Mostra di più Mostra di meno

2 di 2 giovani godetevi il secondo fine settimana nel 'Hofbraeuhaus birra tenda' presso il famoso festival della birra Oktoberfest a Monaco di Baviera, Germania meridionale, domenica, settembre 28, 2014. Il festival della birra più grande del mondo si terrà da settembre 22 a ottobre 5, 2014. (AP Photo/Matthias Schrader) Associated Press Mostra di più Mostra di meno

NEW BRAUNFELS &mdash Aggiungi un altro nome alla rosa dei campioni sportivi del Texas. Jason Hurta ha recentemente vinto il campionato nazionale Masskrugstemmen nel Central Park di New York con un tempo record negli Stati Uniti di 14 minuti e 2 secondi.

Mai sentito parlare di Masskrugstemmen? In tedesco si traduce, essenzialmente, in &ldquobeer-stein holding.&rdquo Quindi un Masskrugstemmen è una gara per determinare chi può tenere un litro di birra con un braccio teso più a lungo.

Il Masskrugstemmen è uno dei numerosi eventi comunemente associati all'Oktoberfest, il festival di due settimane di birra, musica e salsicce che ha avuto origine a Monaco di Baviera, in Germania, dove si tiene ogni anno da fine settembre a inizio ottobre.

Le celebrazioni dell'Oktoberfest sono popolari anche negli Stati Uniti, con forse il più grande, l'Oktoberfest Zinzinnati, che si tiene a Cincinnati, di tutti i luoghi, che attira più di mezzo milione di festaioli.

Ma il Texas del sud sa anche come festa. Ci sono almeno una mezza dozzina di celebrazioni dell'Oktoberfest in programma nella zona.

Dove andare all'Oktoberfest?

Oktoberfest di San Antonio
Beethoven Halle und Garten
422 Perieda St.
3-4 ottobre e 10-11, 17-mezzanotte
Biglietti in anticipo $3 alla porta, $5
210-222-1521
beethovenmaennerchor.com

Festa della birra di ottobre
Passeggiata sul Bulverde
14732 Via Bulverde
3 ottobre, 18:00, 23:00 4 ottobre, mezzogiorno-23:00 5 ottobre, mezzogiorno-20
Ingresso: gratuito
210-402-2829
boardwalkonbulverde.com

Oktoberfest
Hyatt Regency Hill Country Resort e Spa
9800 Hyatt Resort Drive
4 ottobre, 16:00-20:00
Adulti $ 18, bambini, 6-12, $ 12
210-767-7999
hillcountry.hyatt.com

Fredericksburg
Oktoberfest
Fredericksburg MarktPlatz
100 W. Main St.
3 ottobre, 18:00-24:00 4 ottobre, 10:00-24:00 5 ottobre, 11:00-18:00
Adulti $7, bambini, 7-12, $1
830-997-4810
oktoberfestinfbg.com

Nuovi Braunfels
Wurstfest
Wurstfest Grounds
120 Landa S.
7-16 novembre
Ingresso generale: $ 7, bambini fino a 12 anni gratis
830-625-9167, o 1-800-221-4369
wurstfest.com

Allo stesso modo in cui molti eventi Fiesta consistono in un ibrido di eventi tradizionali e non tradizionali, le attività dell'Oktoberfest si sono evolute dall'onorato dal tempo al vero e proprio sciocco.

L'Oktoberfest Fredericksburg, ad esempio, includerà la spillatura cerimoniale del barile sabato mattina, con un barilotto di birra in legno importato dalla Germania che funge da fulcro. Meno serio sarà il quinto OkTubaFest annuale di venerdì sera, quando i suonatori di tuba ed euphonium sono invitati a fare una serenata ai partecipanti mentre entrano nella MarktPlatz nel centro di Fredericksburg. I musicisti volontari riceveranno tutti un pass gratuito per l'evento di tre giorni, che si svolge dal 3 al 5 ottobre.

Anche il sollevamento del boccale di birra sta guadagnando popolarità, con diversi eventi locali con concorsi. Le regole sono piuttosto semplici. I concorrenti devono tenere il manico di un boccale pieno di birra con il braccio dritto e parallelo al suolo. Qualsiasi fuoriuscita comporta l'immediata squalifica. Vince l'ultimo uomo o donna in piedi.

Hurta ha detto che il pesante boccale di vetro pieno di birra pesa circa 5 libbre, il che non sembra molto finché non lo tieni in mano per più di qualche minuto.

"Non avevo mai sentito parlare di un Masskrugstemmen finché non ho visto una cartolina che promuoveva l'evento al ristorante Friesenhaus a New Braunfels", ha detto il pianificatore finanziario quarantenne.

Quasi per capriccio, decise di entrare. La Friesenhaus ha sponsorizzato 10 concorsi preliminari durante l'estate, con il vincitore di ogni incontro a metà agosto per avere la possibilità di rappresentare New Braunfels e il ristorante all'evento nazionale di New York.

"Il primo preliminare è stato la stessa sera di gara 1 delle finali Spurs-Heat, quindi ho pensato che ci sarebbe stata meno concorrenza", ha detto.

Ha anche pensato che la quota di iscrizione di $ 20 valesse la pena perché, anche se avesse perso, avrebbe potuto tenere la pesante tazza di vetro e bere il litro di birra.

Ha tenuto il boccale per 4 minuti e 15 secondi, abbastanza per vincere.

Hurta ha trascorso gran parte dell'allenamento estivo per le finali. Invece di un peso di 5 libbre, avrebbe tenuto 10 libbre. E invece di usare solo manubri, ogni tanto alzava un boccale di vetro come quello usato in gara.

"Devi tenere la maniglia, non il boccale stesso, quindi volevo abituarmi a farlo", ha detto.


Festaioli dell'Oktoberfest trattati ogni 10 minuti - Ricette

Abbiamo aggiunto una breve sosta di 4 giorni a Monaco per dare un'occhiata all'Oktoberfest e un'altra cosa per controllare la lista dei desideri.

È giusto sottolineare che Monaco è molto più di Oktoberbest, dirndl, lederhosen e stinco di maiale arrostito lentamente, tuttavia, la nostra unica ragione per visitarla questa volta è stata quella di dare un'occhiata specifica a tutto quanto sopra. Purtroppo, non abbiamo avuto molto tempo per esplorare qualcos'altro.

Siamo arrivati ​​a Monaco con il favore della notte, il che ci ha reso impossibile vedere la bellissima campagna durante il viaggio in treno verso la città e oltre al nostro appartamento a Wolfrathausen, una piccola città idilliaca lungo il fiume. Il tragitto per il centro di Monaco è di circa 40 minuti e per raggiungere il nostro appartamento ci sono voluti altri 40 minuti. All'inizio, devo ammettere che non ero troppo entusiasta di essere così lontano dalla città, ma ho imparato a godermi il viaggio dentro e fuori dal centro città, specialmente la mattina quando la nebbia mattutina si spegneva e noi trattati per una vista delle Alpi in lontananza.

Il nostro appartamento è stato nuovamente affittato tramite airbnb.com e non ha deluso. I nostri padroni di casa erano gentili e incredibilmente gentili, ci hanno persino lasciato una torta a portata di mano una notte! Siamo arrivati ​​abbastanza tardi la prima sera e c'era solo un ristorante aperto, che si trovava proprio di fronte al nostro appartamento. La parte surreale era che il ristorante era greco e, ad essere onesti, il cibo era sorprendentemente delizioso e autentico. Abbiamo scoperto un paio di sere dopo, mentre ci godevamo birra e shot con alcuni locali, che i proprietari del ristorante erano originari della Grecia –, il che spiega perché il cibo era così dannatamente buono.

Avevamo programmato il nostro arrivo in concomitanza con il weekend di apertura dell'Oktoberfest e devo ammettere che il tempismo era probabilmente tutt'altro che ideale per diversi motivi, non ultimo il fatto che la folla è ridicola! Siamo arrivati ​​giovedì sera e l'Oktoberfest è iniziato quel sabato e questo significava passare la maggior parte della giornata venerdì a fare shopping per dirndl e lederhosen. Avevamo studiato l'Oktoberfest e le sue tradizioni e non ci saremmo presentati lì con l'aspetto dei turisti che eravamo. Il consenso schiacciante era che indossare cappelli divertenti o costumi di Halloween a tema Oktoberfest sarebbe considerato altamente irrispettoso, poiché l'Oktoberfest non è semplicemente una scusa per le persone per bere birra, è un festival profondamente radicato nella tradizione e volevamo assolutamente che lo stessimo onorando quella tradizione. Il primo Oktoberfest si tenne il 12 ottobre 1810 quando i cittadini di Monaco furono invitati a partecipare ai festeggiamenti incentrati sul matrimonio del re Ludovico I e della principessa Teresa di Sassonia-Hildburghausen. I festeggiamenti si svolgevano nei campi fuori dalle porte della città, i campi furono in seguito ribattezzati Theresienweise, in onore della principessa. Sto includendo questo link per fornire una storia molto più dettagliata dell'Oktoberfest.

Prima di partire per questa monumentale escursione di shopping, sarebbe saggio pranzare e possibilmente un boccale o due di birra, e ci siamo assicurati di fare entrambe le cose. Ci siamo imbattuti in Augustiner Brew House, una delle famose birrerie di Monaco e abbiamo ordinato rapidamente alcuni boccali di birra, uno stinco di maiale e un delizioso gulasch con teneri pezzi di manzo e carote, è stato probabilmente il più gustoso che abbia mai avuto e dopo aver gustato alcuni gulasch dal gusto piuttosto ridicolo in Ungheria, questo è tutto da dire.

All'interno della famosa Augustiner Beerhaus

Dopo circa 3 ore di shopping ognuno di noi è riuscito a trovare gli abiti adatti ai festeggiamenti. I nostri dirndl ci costano facilmente circa $ 150- $ 200 ciascuno, quindi sicuramente non economici, concesso, abbiamo scosso quei dirndl e lederhosen!

Un altro boccale? Certo, perché no?

Dopo aver fatto acquisti per dirndl per quella che sembrava un'eternità, abbiamo cercato rifugio dal mucchio di altri acquirenti dell'Oktoberfest in una vicina birreria dove abbiamo gustato una deliziosa pinta della birra locale in un altro punto di riferimento della birra … questa volta siamo andati all'Hofbrauhaus. Il posto era pieno, dato che l'Oktoberfest è iniziato il giorno successivo, quindi abbiamo condiviso un tavolo con una coppia ‘adorabile’, che non era entusiasta di dover condividere il proprio tavolo, ma comunque. Abbiamo apprezzato le nostre birre e abbiamo deciso di passeggiare un po' per il centro di Monaco.

Ad essere sinceri, è stata un po' una sfida godersi la città durante le poche ore di tempo che abbiamo avuto, perché brulicava di gente. La folla era un po' schiacciante dato che ogni luogo era affollato e le strade traboccavano di persone (sia locali che turisti) che sono state coinvolte nella frenesia dell'Oktoberfest. Abbiamo girato per un po', poi abbiamo deciso di tornare al nostro appartamento per riposarci bene la notte.

Ci è stato consigliato dalla gente del posto che dovremmo assicurarci di arrivare abbastanza presto al Wiesn la mattina successiva se avessimo avuto qualche speranza di assicurarci un tavolo all'interno di una delle tende. Su loro consiglio, siamo arrivati ​​ai campi verso le 9 del mattino e siamo subito partiti alla ricerca di una tenda. Ci era stato anche detto che LA TENDA in cui stare era la tenda Hacker. All'arrivo alla tenda, è diventato abbastanza evidente che non c'era modo all'inferno per assicurarci un posto all'interno. Ogni singolo tavolo era già al completo, voglio dire, sul serio, dopotutto era il fine settimana di apertura. Fortunatamente per noi avevano molti posti disponibili nella loro birreria all'aperto, quindi è lì che ci siamo sistemati. Devo notare che siamo arrivati ​​alle 9 del mattino, ma l'Oktoberfest non ha preso ufficialmente il via fino alla cerimonia di spillatura del primo barilotto da parte del sindaco di Monaco a mezzogiorno di quel giorno. Fino ad allora, l'unica cosa che servivano nelle tende e nei giardini era una bibita gassata alla mela e salatini. La birra sarebbe stata servita solo dopo la spillatura del primo fusto. Mentre eravamo seduti lì ad aspettare, storditi dall'attesa, abbiamo ordinato un po' della bevanda alla mela e dei pretzel. Non ci è voluto troppo tempo prima che anche i giardini all'aperto iniziassero a riempirsi e siamo stati raggiunti al nostro tavolo da un gruppo di giovani studenti di ingegneria di Monaco. Uno di loro aveva una grave sbornia, e c'era qualche discussione sul fatto che sarebbe durato o meno fino a mezzogiorno.

Dopo alcune ore trascorse a sorseggiare succo di mela e gnocchi sui pretzel, il primo barile è stato spillato con molta pompa e circostanza. Immediatamente dopo il tocco del barilotto, i cannoni sono stati sparati per annunciare l'apertura ufficiale dell'Oktoberfest, le bande di oompah hanno iniziato a suonare mentre marciavano verso le loro rispettive tende e le cameriere della birra uscivano dalle tende, con le braccia cariche di boccali di birra. Era acceso.

Oktoberfest Steckerlfisch stand

Ci era stato detto, sempre da alcuni amici che abbiamo conosciuto nei giorni precedenti l'Oktoberfest, che dovremmo limitare il nostro consumo di birra a 3 boccali ciascuno, altrimenti correremo il rischio di ubriacarci disordinatamente e dopo aver assistito ad alcuni pasticci bollenti abbiamo seen earlier that day (clearly some revelers had made the unfortunate decision to pre-drink before arriving at Weisn) we took that advice to heart.

Our first Oktoberfest steins!

Now, for the life of me, I don’t understand why someone would pre-drink before a drinking festival?! It makes zero sense. There is no admission fee for Oktoberfest, and the steins were relatively cheap at 10 euros for a full litre of beer. We saw one poor girl who couldn’t have been more than 20 drunk off her tits and barely able to walk and this was at 9:30am! She was barely able to stand up and her boyfriend had to walk her out of the garden and hopefully home.

Another reason for limiting our beer consumption to 3 steins over the course of the day was to also curb our need to use the toilets, because the line ups for the loo were beyond ridiculous. Now was not the time to wait until you absolutely had to go before leaving your table. The wait time in the bathroom line was between 25-35 minutes, and heaven help you if you really had to go. At one point, an Australian in the women’s line was barking out orders like a drill sargent, “Get in! Snap it off! Get out!”

Our first day at Oktoberfest was a lot of fun and restricting ourselves to only three steins each helped us to avoid a dreaded beer hangover. We were up late the following morning, but not so late as to not be able to enjoy what was left of the day. We made our way into Munich via train – a 3 day pass for up to 5 adults is approximately 55 euros, which is a great deal – and sought out Haxnbauer on the advice of friends, for their world famous open fire, spit roasted pork knuckle.

Inside the Haxnbauer where pork knuckle lovers come to worship

The smell of an open fire and roast pork hits you immediately upon stepping foot into Haxnbauer. The line up wasn’t extremely long and we waited for about 10 minutes, salivating as the servers paraded by us with plates piled high with these beautifully cooked delights. We were seated next to the open kitchen where we watched these pork knuckle magicians work their magic. Everything in this small, busy kitchen was perfectly orchestrated. We were witnessing a food ballet! We ordered their famous dish along with traditional side dishes of potato pancakes and cabbage salad then waited with giddy anticipation for our food to be served. Mere words fail to aptly describe just how perfect this dish was.

The pork knuckle crackling was perfection and the meat tender and fall off the bone delicious. Absolute perfection! A word of caution, if you eat here, bring your appetite, we ordered the half knuckle and it was impossible to finish, I can’t even fathom try to eat a full one…no matter how delicious.

Following lunch we visited the Residenzmuseum, a former palace, which was opened to the public in 1920 (we needed to walk around after that meal). Once home to Bavarian rulers, the museum’s apartments and collections give visitors a taste as to how Baravia’s rulers once lived. The admission to the museum includes a visit to the Treasury, where you can also see an amazing display of crown jewels and ornate objets d’arts added to the rulers’ collections over the centuries. Bonus: if you don’t have time to view both in one day, save your entry ticket as you can use it to gain admission to the Treasury for up to a year after the date you purchased your ticket to the Residenzmuseum.

On our final full day in Munich, we returned, once again to the Oktoberfest grounds and this time, we were luck enough to score a table inside one of the tents. We were told it would be much easier, given that it was now a Monday and the opening weekend hoopla had pretty much subsided. We ended up sitting next to a table of Brits and Aussies and quickly made their acquaintance. Before long we were clinking steins, laughing and sharing stories. After our maximum steins, our British friends joined us for a dinner of schnitzel THE SIZE OF YOUR HEAD and more beer – of course at Steinheil 16. After a very delicious and very filling meal, we bid our new friends adieu and headed home.

The next morning, we took a final walk around Wolfrathausen and explored the paths alongside the river before boarding the train for our final trip into town and then onto the airport for our flight to Reikjavik – our next stop!


Raise Your Mugs to German Efficiency!

MUNICH — Every visit to the Oktoberfest lost and found has a story behind it, but not every visitor can remember exactly what that story is.

Kikki Friedensburg let out a squeal of unconcealed joy on a recent afternoon at the sight of her scratched gray Samsung cellphone, which had slipped from the pocket of her traditional dirndl. It was, she conceded, hard to say exactly when over the course of a very long evening the phone had disappeared, because the 139-pound, 22-year-old student drank nearly 10 pints of strong Oktoberfest beer.

“I’d given up,” said a visibly relieved Ms. Friedensburg, who found her phone — and more important, the phone numbers of all her friends — in one of the drawers, carefully segregated by manufacturer, next to the umbrella stand that also held a pair of crutches and a fishing rod waiting to be claimed. “I just didn’t have it in me to start over with everything,” she said.

Many festival visitors do not even realize that there is a central lost and found, run by the city workers who run Munich’s year-round lost and found and reinforced by temps and interns from other departments. But the Fundbüro, as it is called in German, is locally famous for what has ended up there over the years, including a prosthetic leg, a wheelchair, a Superman costume, handwritten notes by the composer Johann Sebastian Bach and 15,000 marks in a soiled pair of lederhosen, eventually returned to the embarrassed owner who abandoned them.

But as the staff must tell teary-eyed teenage girls every year, they do not keep track of lost boyfriends.

The police, waiters and partygoers bring in the items discovered under the benches of the cavernous Oktoberfest tents, the biggest of which hold up to 10,000 singing, inebriated revelers. The half-dozen workers at the lost and found, some themselves clad in lederhosen and dirndls, peck away at old typewriters as they fill out the index cards detailing where and when the traditional Bavarian Janker jacket or brand-new iPhone was discovered, doing their best to bring order to disorder.

Oktoberfest proves that Germans can, in fact, loosen up and have fun. But they are going to have a system in place and prepare themselves for every eventuality first.

Preparedness turned into an unexpectedly significant theme at this year’s Oktoberfest after terrorist threats were made against the festival, part of an effort by Islamist militants to intimidate Germans over the country’s troop presence in Afghanistan ahead of last Sunday’s election. To discourage would-be attackers, the Munich police increased the number of officers to 700 from 400 and closed more streets around the party.

But the menacing intrusion of the outside world does not seem to have dampened the moods of visitors. Organizers estimated that in the first week of the two-week festival, which ends this Sunday, 3.3 million people, 100,000 more than in 2008, came to sample the products of the city’s famous breweries like Paulaner, Augustiner and the Hofbräuhaus. Among them they downed nearly a million gallons of beer.

Oktoberfest, which got its start with the marriage of Crown Prince Ludwig in 1810, is more than just an exercise in binge drinking and loud renditions of favorite songs like “Ein Prosit” and, somewhat improbably, John Denver’s “Country Roads.” Children dash from roller coaster to carousel rides and families dig into heaping plates of ox and chicken. But the party mood is dominant.

Strapping men in leather shorts with suspenders and brightly checked shirts and women in peasant dresses are ready to forget not just their troubles, but also their wallets and wedding rings, or as Stephan Weiler did, the keys to his apartment.

Like one of the characters in the recent hit film “The Hangover,” Mr. Weiler, 28, a bioengineer, was piecing the events of the previous evening together with the help of photographs on his digital camera. As he surveyed the white wall by the entrance studded with hooks bearing over a hundred keys, none of them his, he said he had not given up hope.

Employees said they were bracing for the coming final weekend, when thousands of people would descend on the lost and found to search for their missing objects, most operating under the false impression that it would be their last chance. In fact, the staff spends months working with consulates to return passports, banks to find the owners of A.T.M. cards and telephone companies to hand over the misplaced cellphones.

According to Maik Müller, deputy director of the lost and found, while only a fifth of all the roughly 5,000 objects lost each year are reunited with their owners, the rate of return for cellphones and wallets was between 60 and 70 percent. The remainder are auctioned off to help cover expenses or given to charities.

For Sam Sealy, 19, from Bellevue, Wash., it was relatively easy to prove ownership, since his passport was in his gray and blue backpack. An alert staff member actually recognized him from his photograph before he even made it to the counter to inquire. Mr. Sealy, who came to Oktoberfest while studying abroad in the Czech Republic, could not believe his luck, that not only his bag had been found but also his passport, iPod, camera and two $100 bills.

Mr. Sealy had to sign forms and hand over $60 to get them back — the fee is 5 percent of the value of the goods up to $725 and 3 percent after — but he said it was worth it. Praising German efficiency, Mr. Sealy said, “I’m amazed I went to a lost and found and actually found what was missing. That never happens in America.”

The stream of increasingly inebriated visitors as day turns to night can be trying for the staff at times. In one episode, a young man, unsteady on his feet, refused to leave but instead mumbled, “Nein, nein, nein,” for several minutes, before resting his head on the counter and switching to his first name, “Maximilian, Maximilian, Maximilian,” as though it were an incantation to summon his lost wallet.

An equally distraught and intoxicated young American man was escorted to the police by Tobias Wenk, 35, who works full time in the main lost and found, to get him help canceling the credit cards in his lost wallet. “We finished canceling them,” Mr. Wenk said upon returning to his station, “and the wallet was in his pocket all along.”


Photos: Oktoberfest unites Uganda and Germany at beer festival

Kampala party goers were treated yet again to an exciting afternoon of German cultural activities and merriment at Oktoberfest Kampala. Revelers flocked the Uganda Museum Grounds over the weekend for the third edition of the action-packed beer and food festival powered by Tusker Lite.

The much-anticipated annual fiesta was characterised by colourful celebrations of German and Ugandan culture, food and drinks plus an all diva entertainment crew who delivered live performances to the delight of revelers.

The guest of honour, Dr. Albrecht Conze, German Ambassador to Uganda who presided over the ceremonial aspects of the event praised organisers for having created the opportunity to strengthen the relationship between the two nations.

“Today’s events were definitely thrilling for every one of us. We had many activities, games and foods which were showcased that exposed us widely to an exciting portion of the fun German culture and experiences that we hold dear to our hearts and look forward to celebrating with you every year,” he said.

Beer was the unifying factor at the festival, and there was plenty of it, on top of the friendly inter-cultural beer games such as beer straw challenge, tug-of-war, beer pong, arm wrestling, Stein (beer glass) hoisting challenge, beer speed drinking that put revelers in a merry mood as the celebrations went on until late.

“The Oktoberest is about giving revellers lots of fun through various cultural experiences and jam-packed entertainment. Tusker Lite is the perfect companion for events that bring friends together in celebration,” said Grace Namutebi, UBL Brand Manager, Premium Beers.

Other activities at the event included a wardrobe fun costumes competition and eating challenges where the overall winner, Peace Benz, took home a business class return air ticket from Brussels Airlines that allows them a trip to any destination in Europe.

The annual festival which debuted on the Ugandan social calendar in 2016 followed the long-respected tradition that states that the celebrations of food, beer and culture feature on any day between September 16 and the first weekend of October, notably before Germany’s unification day on October 3.


The Top 5 Places to Celebrate Oktoberfest Outside Munich

The 1-day-long Oktoberfest has become the world&rsquos largest folk festival attracting more than 6-7 million people each year. This well-known celebration has inspired similar festivals around the world, including the recently established fair in Frankenmuth, Michigan, the only festival outside Bavaria officially sanctioned by the German Parliament. If you cannot make it to Bavaria, consider these other long-running, highly regarded Oktoberfest celebrations around the world.

1. The twin cities of Kitchener-Waterloo, Ontario host the largest Oktoberfest celebration outside Germany. Because of the large number of German immigrants who migrated to the city over the years, Kitchener was originally named Berlin until it was changed in 1916. This heritage festival attracts over 700,000 revelers.

2. Coming in second place, Blumenau, Brazil hosts a traditional German beer festival each year in October honoring the city&rsquos German heritage. Established in 1850 as a farming community by German immigrants, the city has become known as Brazil&rsquos &ldquoLittle Germany.&rdquo Attracting more than half a million visitors annually, the festival has been celebrated in Blumenau since 1984.

3. Cincinnati, Ohio is the setting for the largest Oktoberfest celebration in the United States. Known as Oktoberfest ZinZinnati, the annual event has taken place since 1974. The festival attracts almost 500,000 people. In 1994, Oktoberfest ZinZinnati was the setting for the world&rsquos largest chicken dance. More than 48,000 people, including the Prince of Bavaria, took part in the Guinness Book of World Records monitored event. It&rsquos interesting to think about considering the size of this city&rsquos celebration.

Imparentato: Do you live in Cincinnati and are interested in learning more about where your neighbors might be from? Check out this infographic that summarizes Cincinnati migration data.

4. The Marco Polo Hong Kong Hotel

hosts the longest running beer fest in Asia. The outdoor festival includes authentic German beer, food and music in a setting overlooking Victoria Harbor. Lasting over 20 days, the event attracts almost 100,000 visitors each year.

5. Brisbane hosts the largest Oktoberfest in the Land Down Under. The celebration attracts almost 50,000 visitors each year. Started by two Australian-German families, the event is held over two weekends in October and features traditional German beer, wine, food and music. The beer is specially brewed for the festival using the same standards as those required for beer prepared for the Oktoberfest in Munich.

For the true Oktoberfest experience though there&rsquos simply nowhere quite like Munich. Make sure to check out Oktoberfest deals to avail of some great offers for the festival.


How to Throw an Oktoberfest Party at Home

Oktoberfest is meant to be a celebration where guests are walking around, so handheld foods are the way to go. Set out a spread with a slew of sausages, condiments and rolls, preferably of the pretzel variety! There&aposs a world of wursts out there cook up any of these classics and let guests pile on toppings as they please.

Frankfurter: The prototype for the American hot dog, this slender, traditionally all-pork wiener is usually seasoned with garlic and spices.

Knackwurst: There&aposs beef and pork in these finely ground sausages, named for their snappy casings ("knack" means "crack" in German).

Bratwurst: There are many varieties in Germany, but here in the States, they&aposre plump pork links — a Midwestern specialty.

Kielbasa: Grill these smoked, oversize Polish pork sausages and serve them in bite-size pieces.

Nurnberger Rostbratwurst: These thin, marjoram-spiced pork sausages are the ideal cocktail frank. Bet you can&apost eat just one!

Bier Brats: An Oktoberfest favorite, sear these sausages with ginger, white pepper, and lager, and pop &aposem on a warm bun. You can find a pre-made version of this recipe with a side of apples and cabbage in the prepared food department at Whole Foods.

Soft pretzels, please!

The twisty treats are a major Oktoberfest staple. Grab some pizza dough and make some yourself! 

Here&aposs how: Roll store-bought dough into four 18-inch-long ropes. Twist each rope into a pretzel shape (see below) and place on a parchment paper-lined baking sheet. Cover with a clean kitchen towel and let rise until doubled in size, about 25 minutes. Brush with beaten egg sprinkle with salt or rosemary. Bake at 400 degrees until golden-brown, about 20 minutes. Let cool for 15 minutes.


Oktoberfest

(Sept 16-Oct 3, Germany)

When you throw a fantastic wedding party, people remember. Hence the origins of Oktoberfest, the first of which was a horse race at the 1810 wedding of Bavarian King Ludwig to his wife, Theresie. The party was so much fun that they decided to make it an annual event, which evolved over the years into the beer-guzzling party we know today.

Oktoberfest celebrations are now held all over the world, with a hodgepodge of nationalities dressing up in the traditional German lederhosen and dirndls. The costume aspect was added in 1835 as a way to preserve the traditional outfits that were fading from everyday wear.

The main Oktoberfest celebration occurs in Munich. Six million people descend on the city each year, making it the largest beer festival in the world.


| DISCUSSION |

The triangle test is an elegant method for determining whether people can reliably distinguish a difference between beers, providing us some information as to whether a particular variable or set of variables has a noticeable impact. In the case of this xBmt, participants were indeed capable of reliably distinguishing a beer made using traditional methods from one made using short & shoddy methods. However, a major downside to the triangle test is that it tells us very little about the degree of difference perceived by tasters between samples, only that the they were disparate enough for people to tell them apart at a statistically significant level.

It’s not sound to make extrapolations based how many tasters more or less than the significance threshold identified the unique sample, and we’re not going to do that here, which leaves us with only the anecdotal reports of correct participants and the perceptions of yours truly. Despite a plurality of participants endorsing the traditional beer as most preferred, not a single one described the short & shoddy beer using terms that would indicate anything was wrong with it. Moreover, I was shocked at just how similar these beers were, even though I was able to tell them apart 2 out of 3 times. I felt both were solid examples of the style with no noticeable off-flavors, which blows my mind.

Considering the objectively observable similarities between both beers, I’m left asking– just what is responsible for the difference? Maybe it’s true what many have speculated, that while mash length, boil duration, pitch rate, and fermentation temperature on their own may not have a perceptible impact, combining these “shoddy” practices does. Ultimately though, I was happy with both beers, and I’ll have no problem shortening my brew day now and then to keep my pipeline rolling.

If you have thoughts about this xBmt, please share them in the comments section below!


Guarda il video: Teufelsrad Oktoberfest