sinergiasostenible.org
Nuove ricette

VIDEO: Barbados Food & Wine and Rum Festival

VIDEO: Barbados Food & Wine and Rum Festival



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.


  1. Casa
  2. Mangia/Cena

22 novembre 2011

Di

Ali Rosen, Video del pasto quotidiano

Arthur Bovino di The Daily Meal va dietro le quinte della seconda celebrazione annuale delle Barbados

Festival di cibo e vino e rum delle Barbados

Arthur Bovino di The Daily Meal va dietro le quinte della seconda celebrazione annuale delle Barbados

In arrivo

  • Barbados Food & Wine and Rum Festival 1:32 min

Arthur Bovino

Barbados Room & Vino e Rum


Barbados, l'isola del rum

BRIDGETOWN, Barbados — Molti ritengono che il rum sia la bevanda alcolica distillata più antica del mondo. Si dice che la prima variazione commerciale di questa bevanda sia avvenuta in questa isola più orientale dei Caraibi nel 1637, che ha coinciso con l'ascesa dell'industria della canna da zucchero, la fonte del rum e la spina dorsale della sua economia fino al XX secolo.

L'isola ha anche quella che penso sia la migliore versione del punch al rum.

La Mount Gay Distilleries, fondata nel 1703, distilla la più antica marca di rum esistente al mondo (Mount Gay Rum). È anche la più nota delle distillerie di rum dell'isola. Due degli ambasciatori dell'azienda hanno tenuto presentazioni su come il rum funziona con le bevande, ovviamente, e con il cibo durante il Barbados Food & Wine and Rum Festival, tenutosi dal 16 al 19 novembre.

Tutti bevono qualcosa a questa presentazione.

Bevande al rum delle feste. La madre e la nonna di Chesterfield Browne avevano grandi progetti per lui. Volevano che diventasse un insegnante o diventasse primo ministro delle Barbados. Invece, ha convinto i suoi anziani che avrebbe dovuto entrare nel settore dell'ospitalità dove ha scoperto la sua vera vocazione come barista. "Odio un lavoro in cui non puoi bere qualcosa."

Oggi, questo uomo simpatico e felice è l'ambasciatore del marchio internazionale e mixologist di Mount Gay Rum. In una presentazione all'Hilton Barbados intitolata "Natale a novembre", Browne ha creato bevande natalizie utilizzando erbe e spezie tradizionali del periodo natalizio, nonché spezie e liquori Bajan (Barbadian). Ha preparato cinque drink tradizionali per le feste occidentali e caraibiche, si è assicurato che tutti nel pubblico avessero un assaggio di ciascuno, ha corso ben oltre la sua ora disponibile e voleva ancora più tempo per finire.

Ha preparato una bevanda dai fiori rossi della pianta di acetosella, che cresce in tutti i Caraibi, insieme a zenzero, bastoncini di cannella, cannella in polvere, chiodi di garofano interi, zucchero di canna e rum.

Spezza le erbe e l'acetosa per aprire i sapori e fa circolare alcuni fiori della pianta per dare al pubblico un assaggio del suo intenso aroma prima di distribuire da bere.

Ha anche preparato un punch al rum natalizio che includeva erbe tradizionali e una bevanda Bajan chiamata Falernum, un liquore dolce che si crede sia stato inventato alle Barbados e che viene utilizzato nelle bevande caraibiche e tropicali. Ha i sapori di mandorla, zenzero e/o chiodi di garofano e lime, e talvolta vaniglia o pimento.

Ha anche preparato una bevanda natalizia tradizionale americana a base di rum e cognac, "Tom and Jerry", che utilizzava anche uova, noce moscata e vaniglia.

Altre bevande tradizionali Bajan da lui realizzate erano un "Mais and Oil" (a base di rum, Falernum e succo di lime fresco, e un "Punch-Of-Cream", che utilizza latte condensato ed evaporato, Ponche Kuba (una crema caraibica al rum simile al creme irlandesi) e, naturalmente, rum.

Ha esortato il pubblico a utilizzare ingredienti freschi quando possibile e per molte delle bevande, come il Bajan Sorrel, è necessario riposare affinché i sapori delle erbe e delle spezie si mescolino.

Durante qualsiasi pausa della presentazione, suonava musica natalizia. L'area del palco nella stanza era ricoperta di decorazioni natalizie.

Mentre mescolava e assaggiava a un certo punto, ha detto: "Devo dirti che mi piace un buon drink". Poi è entrato nella storia di come è diventato un mixologist.

“Mia madre voleva davvero che diventassi primo ministro. Mia nonna voleva che diventassi un'insegnante. A quei tempi tutti i primi ministri avevano nomi molto, molto lunghi... così mia madre mi ha chiamato "Chesterfield Alonso DeCoursey Proctor Brown con una E". Poi (lei) mi ha fatto pressioni per fare qualcosa di diverso da quello che volevo essere. Così ho iniziato a fare cose diverse, ma c'era sempre l'elemento degli spiriti che mi chiamava. Così ho finito per lavorare nell'ospitalità alla reception. Ma il direttore ha sempre avuto problemi con me che andavo al bar... Alla fine sono andato al bar.

Il resto, come si suol dire, è storia.

Lo chef Paul Yellin ruba un dentice rosso. Credito fotografico: Anthony DeMarco

Lo chef "Rhum". Paul Yellin, chef aziendale per Mount Gay Rum, afferma che il rum è un ingrediente importante nella creazione di piatti esotici quanto lo è nei cocktail. Il nativo delle Barbados che ora vive a Charleston, Carolina del Sud, ha deciso di dimostrarlo in una dimostrazione tenuta all'aperto sotto una grande tenda all'Hilton Barbados.

Yellin sostiene anche che la cucina tradizionale Bajan può essere salutare. “A tutti piace qualcosa di fritto. È delizioso, è croccante ma non è salutare. Lo sappiamo. E ci sono stati molti incidenti nei Caraibi negli ultimi due anni, molto diabete, molti problemi di salute, molti problemi cardiaci. Abbiamo cibo così favoloso qui, le persone non dovrebbero mangiare male".

Ha aggiunto: "Se mai fai un giro dell'isola e guidi lungo la costa orientale, vedi frutti che crescono dall'albero o dall'uomo sul lato della strada che vende noci di cocco. … Puoi letteralmente camminare e raccogliere i frutti dagli alberi. Non c'è motivo di morire di fame o di mangiare male".

Il prodotto finito. Dentice rosso in camicia di olio di cocco di Paul Yellin con riso rosso e burro di agrumi. . [+] Credito fotografico: Anthony DeMarco

Ha preparato un dentice in camicia di olio di cocco con riso rosso e burro di agrumi. Ha messo il pesce con l'olio, le erbe aromatiche (timo fresco, sale marino e pepe bianco) e l'aglio in un sacchetto a chiusura lampo e l'ha fatto bollire in acqua bollente. Usando questo metodo ha detto che ci vogliono dai 5 agli 8 minuti per cuocere il pesce correttamente. Dice che le persone tendono a cuocere troppo il pesce. "La cosa davvero interessante del bracconaggio è che puoi dare un'occhiata alla borsa e vedere come sta andando".

Ha anche parlato delle differenze nella salsa piccante (salsa di pepe) alle Barbados rispetto alle altre isole dei Caraibi. "Una delle differenze è che usiamo una base di senape, quindi c'è un sapore acido non solo caldo per il sake caldo. E non è come una salsa di bufala... che è molto acquosa. Questi hanno pezzi degli ingredienti e sono incredibili. La maggior parte dei Bajan userà la salsa al pepe praticamente in tutto.

Mentre stava accendendo il rum per il suo burro al rum agli agrumi, iniziò a piovere e il vento soffiò. Yellin mantenne la calma sotto la tenda. Ha detto che, ovviamente, sparare il rum brucia l'alcol. "Evaporerà ancora senza dargli fuoco, ma sto solo accelerando il processo e sembra fantastico."

Yellin sostiene anche l'uso di meno sale negli alimenti, in particolare nei pasti a più portate. “Nel mettere insieme questo piatto il riso ha il sale, questo (burro al rum) ha il sale, il pesce ha il sale, torni subito a coagulare le tue arterie con il sale. Penso che il sale sia molto sopravvalutato. Rende il cibo gradevole, ma anche gli agrumi.


Barbados, l'isola del rum

BRIDGETOWN, Barbados — Molti ritengono che il rum sia la bevanda alcolica distillata più antica del mondo. Si dice che la prima variazione commerciale di questa bevanda sia avvenuta in questa isola più orientale dei Caraibi nel 1637, che coincise con l'ascesa dell'industria della canna da zucchero, la fonte del rum e la spina dorsale della sua economia fino al XX secolo.

L'isola ha anche quella che penso sia la migliore versione del punch al rum.

La Mount Gay Distilleries, fondata nel 1703, distilla la più antica marca di rum esistente al mondo (Mount Gay Rum). È anche la più nota delle distillerie di rum dell'isola. Due degli ambasciatori dell'azienda hanno tenuto presentazioni su come il rum funziona con le bevande, ovviamente, e con il cibo durante il Barbados Food & Wine and Rum Festival, tenutosi dal 16 al 19 novembre.

Tutti bevono qualcosa a questa presentazione.

Bevande al rum delle feste. La madre e la nonna di Chesterfield Browne avevano grandi progetti per lui. Volevano che diventasse un insegnante o diventasse primo ministro delle Barbados. Invece, ha convinto i suoi anziani che avrebbe dovuto entrare nel settore dell'ospitalità dove ha scoperto la sua vera vocazione come barista. "Odio un lavoro in cui non puoi bere qualcosa."

Oggi, questo uomo simpatico e felice è l'ambasciatore del marchio internazionale e mixologist di Mount Gay Rum. In una presentazione all'Hilton Barbados intitolata "Natale a novembre", Browne ha creato bevande natalizie utilizzando erbe e spezie tradizionali del periodo natalizio, nonché spezie e liquori Bajan (Barbadian). Ha preparato cinque drink tradizionali delle feste occidentali e caraibiche, si è assicurato che tutti nel pubblico avessero un assaggio di ciascuno, ha corso ben oltre la sua ora disponibile e voleva ancora più tempo per finire.

Ha preparato una bevanda dai fiori rossi della pianta di acetosella, che cresce in tutti i Caraibi, insieme a zenzero, bastoncini di cannella, cannella in polvere, chiodi di garofano interi, zucchero di canna e rum.

Spezza le erbe e l'acetosa per aprire i sapori e fa circolare alcuni fiori della pianta per dare al pubblico un assaggio del suo intenso aroma prima di distribuire da bere.

Ha anche preparato un punch al rum natalizio che includeva erbe tradizionali e una bevanda Bajan chiamata Falernum, un liquore dolce che si crede sia stato inventato alle Barbados e che viene utilizzato nelle bevande caraibiche e tropicali. Ha i sapori di mandorla, zenzero e/o chiodi di garofano e lime, e talvolta vaniglia o pimento.

Ha anche preparato una bevanda natalizia tradizionale americana a base di rum e cognac, "Tom and Jerry", che utilizzava anche uova, noce moscata e vaniglia.

Altre bevande tradizionali Bajan da lui realizzate erano un "Mais and Oil" (a base di rum, Falernum e succo di lime fresco, e un "Punch-Of-Cream", che utilizza latte condensato ed evaporato, Ponche Kuba (una crema caraibica al rum simile al creme irlandesi) e, naturalmente, rum.

Ha esortato il pubblico a utilizzare ingredienti freschi quando possibile e per molte delle bevande, come il Bajan Sorrel, è necessario riposare affinché i sapori delle erbe e delle spezie si mescolino.

Durante qualsiasi pausa della presentazione, suonava musica natalizia. L'area del palco nella stanza era ricoperta di decorazioni natalizie.

Mentre mescolava e assaggiava a un certo punto, ha detto: "Devo dirti che mi piace un buon drink". Poi è entrato nella storia di come è diventato un mixologist.

“Mia madre voleva davvero che diventassi primo ministro. Mia nonna voleva che diventassi un'insegnante. A quei tempi tutti i primi ministri avevano nomi molto, molto lunghi... così mia madre mi ha chiamato "Chesterfield Alonso DeCoursey Proctor Brown con una E". Poi (lei) mi ha fatto pressioni per fare qualcosa di diverso da quello che volevo essere. Così ho iniziato a fare cose diverse, ma c'era sempre l'elemento degli spiriti che mi chiamava. Così ho finito per lavorare nell'ospitalità alla reception. Ma il direttore ha sempre avuto problemi con me che andavo al bar... Alla fine sono andato al bar.

Il resto, come si suol dire, è storia.

Lo chef Paul Yellin ruba un dentice rosso. Credito fotografico: Anthony DeMarco

Lo chef "Rhum". Paul Yellin, chef aziendale per Mount Gay Rum, afferma che il rum è un ingrediente importante nella creazione di piatti esotici quanto lo è nei cocktail. Il nativo delle Barbados che ora vive a Charleston, Carolina del Sud, ha deciso di dimostrarlo in una dimostrazione tenuta all'aperto sotto una grande tenda all'Hilton Barbados.

Yellin sostiene anche che la cucina tradizionale Bajan può essere salutare. “A tutti piace qualcosa di fritto. È delizioso, è croccante ma non è salutare. Lo sappiamo. E ci sono stati molti incidenti nei Caraibi negli ultimi due anni, molto diabete, molti problemi di salute, molti problemi cardiaci. Abbiamo cibo così favoloso qui, le persone non dovrebbero mangiare male".

Ha aggiunto: “Se mai fai un giro dell'isola e guidi lungo la costa orientale, vedi la frutta che cresce dall'albero o l'uomo sul ciglio della strada che vende noci di cocco. … Puoi letteralmente camminare e raccogliere i frutti dagli alberi. Non c'è motivo di morire di fame o di mangiare male".

Il prodotto finito. Dentice rosso in camicia di olio di cocco di Paul Yellin con riso rosso e burro di agrumi. . [+] Credito fotografico: Anthony DeMarco

Ha preparato un dentice in camicia di olio di cocco con riso rosso e burro di agrumi. Ha messo il pesce con l'olio, le erbe aromatiche (timo fresco, sale marino e pepe bianco) e l'aglio in un sacchetto a chiusura lampo e l'ha fatto bollire in acqua bollente. Usando questo metodo ha detto che ci vogliono dai 5 agli 8 minuti per cuocere il pesce correttamente. Dice che le persone tendono a cuocere troppo il pesce. "La cosa davvero interessante del bracconaggio è che puoi dare un'occhiata alla borsa e vedere come sta andando".

Ha anche parlato delle differenze nella salsa piccante (salsa al pepe) alle Barbados rispetto alle altre isole dei Caraibi. "Una delle differenze è che usiamo una base di senape, quindi c'è un sapore acido non solo caldo per il sake caldo. E non è come una salsa di bufala... che è molto acquosa. Questi hanno pezzi degli ingredienti e sono incredibili. La maggior parte dei Bajan userà la salsa al pepe praticamente in tutto.

Mentre stava accendendo il rum per il suo burro al rum agli agrumi, iniziò a piovere e il vento soffiò. Yellin mantenne la calma sotto la tenda. Ha detto che, ovviamente, sparare il rum brucia l'alcol. "Evaporerà ancora senza dargli fuoco, ma sto solo accelerando il processo e sembra fantastico."

Yellin sostiene anche l'uso di meno sale negli alimenti, in particolare nei pasti a più portate. “Nel mettere insieme questo piatto il riso ha il sale, questo (burro al rum) ha il sale, il pesce ha il sale, torni subito a coagulare le tue arterie con il sale. Penso che il sale sia molto sopravvalutato. Rende il cibo gradevole, ma anche gli agrumi.


Barbados, l'isola del rum

BRIDGETOWN, Barbados — Molti ritengono che il rum sia la bevanda alcolica distillata più antica del mondo. Si dice che la prima variazione commerciale di questa bevanda sia avvenuta in questa isola più orientale dei Caraibi nel 1637, che ha coinciso con l'ascesa dell'industria della canna da zucchero, la fonte del rum e la spina dorsale della sua economia fino al XX secolo.

L'isola ha anche quella che penso sia la migliore versione del punch al rum.

La Mount Gay Distilleries, fondata nel 1703, distilla la più antica marca di rum esistente al mondo (Mount Gay Rum). È anche la più nota delle distillerie di rum dell'isola. Due degli ambasciatori dell'azienda hanno tenuto presentazioni su come il rum funziona con le bevande, ovviamente, e con il cibo durante il Barbados Food & Wine and Rum Festival, tenutosi dal 16 al 19 novembre.

Tutti bevono qualcosa a questa presentazione.

Bevande al rum delle feste. La madre e la nonna di Chesterfield Browne avevano grandi progetti per lui. Volevano che diventasse un insegnante o diventasse primo ministro delle Barbados. Invece, ha convinto i suoi anziani che avrebbe dovuto entrare nel settore dell'ospitalità dove ha scoperto la sua vera vocazione come barista. "Odio un lavoro in cui non puoi bere qualcosa."

Oggi, questo uomo simpatico e felice è l'ambasciatore del marchio internazionale e mixologist di Mount Gay Rum. In una presentazione all'Hilton Barbados intitolata "Natale a novembre", Browne ha creato bevande natalizie utilizzando erbe e spezie tradizionali del periodo natalizio, nonché spezie e liquori Bajan (Barbadian). Ha preparato cinque drink tradizionali delle feste occidentali e caraibiche, si è assicurato che tutti nel pubblico avessero un assaggio di ciascuno, ha corso ben oltre la sua ora disponibile e voleva ancora più tempo per finire.

Ha preparato una bevanda dai fiori rossi della pianta di acetosella, che cresce in tutti i Caraibi, insieme a zenzero, bastoncini di cannella, cannella in polvere, chiodi di garofano interi, zucchero di canna e rum.

Spezza le erbe e l'acetosa per aprire i sapori e fa circolare alcuni fiori della pianta per dare al pubblico un assaggio del suo intenso aroma prima di distribuire da bere.

Ha anche preparato un punch al rum natalizio che includeva erbe tradizionali e una bevanda Bajan chiamata Falernum, un liquore dolce che si crede sia stato inventato alle Barbados e che viene utilizzato nelle bevande caraibiche e tropicali. Ha i sapori di mandorla, zenzero e/o chiodi di garofano e lime, e talvolta vaniglia o pimento.

Ha anche preparato una bevanda natalizia tradizionale americana a base di rum e cognac, "Tom and Jerry", che utilizzava anche uova, noce moscata e vaniglia.

Altre bevande tradizionali Bajan da lui realizzate erano un "Mais and Oil" (a base di rum, Falernum e succo di lime fresco, e un "Punch-Of-Cream", che utilizza latte condensato ed evaporato, Ponche Kuba (una crema caraibica al rum simile al creme irlandesi) e, naturalmente, rum.

Ha esortato il pubblico a utilizzare ingredienti freschi quando possibile e per molte delle bevande, come il Bajan Sorrel, è necessario riposare affinché i sapori delle erbe e delle spezie si mescolino.

Durante qualsiasi pausa della presentazione, suonava musica natalizia. L'area del palco nella stanza era ricoperta di decorazioni natalizie.

Mentre mescolava e assaggiava a un certo punto, ha detto: "Devo dirti che mi piace un buon drink". Poi è entrato nella storia di come è diventato un mixologist.

“Mia madre voleva davvero che diventassi primo ministro. Mia nonna voleva che diventassi un'insegnante. A quei tempi tutti i primi ministri avevano nomi molto, molto lunghi... così mia madre mi ha chiamato "Chesterfield Alonso DeCoursey Proctor Brown con una E". Poi (lei) mi ha fatto pressioni per fare qualcosa di diverso da quello che volevo essere. Così ho iniziato a fare cose diverse, ma c'era sempre l'elemento degli spiriti che mi chiamava. Così ho finito per lavorare nell'ospitalità alla reception. Ma il direttore ha sempre avuto problemi con me che andavo al bar... Alla fine sono andato al bar.

Il resto, come si suol dire, è storia.

Lo chef Paul Yellin ruba un dentice rosso. Credito fotografico: Anthony DeMarco

Lo chef "Rhum". Paul Yellin, chef aziendale per Mount Gay Rum, afferma che il rum è un ingrediente importante nella creazione di piatti esotici quanto lo è nei cocktail. Il nativo delle Barbados che ora vive a Charleston, Carolina del Sud, ha deciso di dimostrarlo in una dimostrazione tenuta all'aperto sotto una grande tenda all'Hilton Barbados.

Yellin sostiene anche che la cucina tradizionale Bajan può essere salutare. “A tutti piace qualcosa di fritto. È delizioso, è croccante ma non è salutare. Lo sappiamo. E ci sono stati molti incidenti nei Caraibi negli ultimi due anni, molto diabete, molti problemi di salute, molti problemi cardiaci. Abbiamo cibo così favoloso qui, le persone non dovrebbero mangiare male".

Ha aggiunto: "Se mai fai un giro dell'isola e guidi lungo la costa orientale, vedi frutti che crescono dall'albero o dall'uomo sul lato della strada che vende noci di cocco. … Puoi letteralmente camminare e raccogliere i frutti dagli alberi. Non c'è motivo di morire di fame o di mangiare male".

Il prodotto finito. Dentice rosso in camicia di olio di cocco di Paul Yellin con riso rosso e burro di agrumi. . [+] Credito fotografico: Anthony DeMarco

Ha preparato un dentice in camicia di olio di cocco con riso rosso e burro di agrumi. Ha messo il pesce con l'olio, le erbe aromatiche (timo fresco, sale marino e pepe bianco) e l'aglio in un sacchetto a chiusura lampo e l'ha fatto bollire in acqua bollente. Usando questo metodo ha detto che ci vogliono dai 5 agli 8 minuti per cuocere il pesce correttamente. Dice che le persone tendono a cuocere troppo il pesce. "La cosa davvero interessante del bracconaggio è che puoi dare un'occhiata alla borsa e vedere come sta andando".

Ha anche parlato delle differenze nella salsa piccante (salsa al pepe) alle Barbados rispetto alle altre isole dei Caraibi. "Una delle differenze è che usiamo una base di senape, quindi c'è un sapore acido non solo caldo per il sake caldo. E non è come una salsa di bufala... che è molto acquosa. Questi hanno pezzi degli ingredienti e sono incredibili. La maggior parte dei Bajan userà la salsa al pepe praticamente in tutto.

Mentre stava accendendo il rum per il suo burro al rum agli agrumi, iniziò a piovere e il vento soffiò. Yellin mantenne la calma sotto la tenda. Ha detto che, ovviamente, sparare il rum brucia l'alcol. "Evaporerà ancora senza dargli fuoco, ma sto solo accelerando il processo e sembra fantastico."

Yellin sostiene anche l'uso di meno sale negli alimenti, in particolare nei pasti a più portate. “Nel mettere insieme questo piatto il riso ha il sale, questo (burro al rum) ha il sale, il pesce ha il sale, torni subito a coagulare le tue arterie con il sale. Penso che il sale sia molto sopravvalutato. Rende il cibo gradevole, ma anche gli agrumi.


Barbados, l'isola del rum

BRIDGETOWN, Barbados — Molti ritengono che il rum sia la bevanda alcolica distillata più antica del mondo. Si dice che la prima variazione commerciale di questa bevanda sia avvenuta in questa isola più orientale dei Caraibi nel 1637, che ha coinciso con l'ascesa dell'industria della canna da zucchero, la fonte del rum e la spina dorsale della sua economia fino al XX secolo.

L'isola ha anche quella che penso sia la migliore versione del punch al rum.

La Mount Gay Distilleries, fondata nel 1703, distilla la più antica marca di rum esistente al mondo (Mount Gay Rum). È anche la più nota delle distillerie di rum dell'isola. Due degli ambasciatori dell'azienda hanno tenuto presentazioni su come il rum funziona con le bevande, ovviamente, e con il cibo durante il Barbados Food & Wine and Rum Festival, tenutosi dal 16 al 19 novembre.

Tutti bevono qualcosa a questa presentazione.

Bevande al rum delle feste. La madre e la nonna di Chesterfield Browne avevano grandi progetti per lui. Volevano che diventasse un insegnante o diventasse primo ministro delle Barbados. Invece, ha convinto i suoi anziani che avrebbe dovuto entrare nel settore dell'ospitalità dove ha scoperto la sua vera vocazione come barista. "Odio un lavoro in cui non puoi bere qualcosa."

Oggi, questo uomo simpatico e felice è l'ambasciatore del marchio internazionale e mixologist di Mount Gay Rum. In una presentazione all'Hilton Barbados intitolata "Natale a novembre", Browne ha creato bevande natalizie utilizzando erbe e spezie tradizionali del periodo natalizio, nonché spezie e liquori Bajan (Barbadian). Ha preparato cinque drink tradizionali delle feste occidentali e caraibiche, si è assicurato che tutti nel pubblico avessero un assaggio di ciascuno, ha corso ben oltre la sua ora disponibile e voleva ancora più tempo per finire.

Ha preparato una bevanda dai fiori rossi della pianta di acetosella, che cresce in tutti i Caraibi, insieme a zenzero, bastoncini di cannella, cannella in polvere, chiodi di garofano interi, zucchero di canna e rum.

Spezza le erbe e l'acetosa per aprire i sapori e fa circolare alcuni fiori della pianta per dare al pubblico un assaggio del suo intenso aroma prima di distribuire da bere.

Ha anche preparato un punch al rum natalizio che includeva erbe tradizionali e una bevanda Bajan chiamata Falernum, un liquore dolce che si crede sia stato inventato alle Barbados e che viene utilizzato nelle bevande caraibiche e tropicali. Ha i sapori di mandorla, zenzero e/o chiodi di garofano e lime, e talvolta vaniglia o pimento.

Ha anche preparato una bevanda natalizia tradizionale americana a base di rum e cognac, "Tom and Jerry", che utilizzava anche uova, noce moscata e vaniglia.

Altre bevande tradizionali Bajan da lui realizzate erano un "Mais and Oil" (a base di rum, Falernum e succo di lime fresco, e un "Punch-Of-Cream", che utilizza latte condensato ed evaporato, Ponche Kuba (una crema caraibica al rum simile al creme irlandesi) e, naturalmente, rum.

Ha esortato il pubblico a utilizzare ingredienti freschi quando possibile e per molte delle bevande, come il Bajan Sorrel, è necessario riposare affinché i sapori delle erbe e delle spezie si mescolino.

Durante qualsiasi pausa della presentazione, suonava musica natalizia. L'area del palco nella stanza era ricoperta di decorazioni natalizie.

Mentre mescolava e assaggiava a un certo punto, ha detto: "Devo dirti che mi piace un buon drink". Poi è entrato nella storia di come è diventato un mixologist.

“Mia madre voleva davvero che diventassi primo ministro. Mia nonna voleva che diventassi un'insegnante. A quei tempi tutti i primi ministri avevano nomi molto, molto lunghi... così mia madre mi ha chiamato "Chesterfield Alonso DeCoursey Proctor Brown con una E". Poi (lei) mi ha fatto pressioni per fare qualcosa di diverso da quello che volevo essere. Così ho iniziato a fare cose diverse, ma c'era sempre l'elemento degli spiriti che mi chiamava. Così ho finito per lavorare nell'ospitalità alla reception. Ma il direttore ha sempre avuto problemi con me che andavo al bar... Alla fine sono andato al bar.

Il resto, come si suol dire, è storia.

Lo chef Paul Yellin ruba un dentice rosso. Credito fotografico: Anthony DeMarco

Lo chef "Rhum". Paul Yellin, chef aziendale per Mount Gay Rum, afferma che il rum è un ingrediente importante nella creazione di piatti esotici quanto lo è nei cocktail. Il nativo delle Barbados che ora vive a Charleston, Carolina del Sud, ha deciso di dimostrarlo in una dimostrazione tenuta all'aperto sotto una grande tenda all'Hilton Barbados.

Yellin sostiene anche che la cucina tradizionale Bajan può essere salutare. “A tutti piace qualcosa di fritto. È delizioso, è croccante ma non è salutare. Lo sappiamo. E ci sono stati molti incidenti nei Caraibi negli ultimi due anni, molto diabete, molti problemi di salute, molti problemi cardiaci. Abbiamo cibo così favoloso qui, le persone non dovrebbero mangiare male".

Ha aggiunto: "Se mai fai un giro dell'isola e guidi lungo la costa orientale, vedi frutti che crescono dall'albero o dall'uomo sul lato della strada che vende noci di cocco. … Puoi letteralmente camminare e raccogliere i frutti dagli alberi. Non c'è motivo di morire di fame o di mangiare male".

Il prodotto finito. Dentice rosso in camicia di olio di cocco di Paul Yellin con riso rosso e burro di agrumi. . [+] Credito fotografico: Anthony DeMarco

Ha preparato un dentice in camicia di olio di cocco con riso rosso e burro di agrumi. Ha messo il pesce con l'olio, le erbe aromatiche (timo fresco, sale marino e pepe bianco) e l'aglio in un sacchetto a chiusura lampo e l'ha fatto bollire in acqua bollente. Usando questo metodo ha detto che ci vogliono dai 5 agli 8 minuti per cuocere il pesce correttamente. Dice che le persone tendono a cuocere troppo il pesce. "La cosa davvero interessante del bracconaggio è che puoi dare un'occhiata alla borsa e vedere come sta andando".

Ha anche parlato delle differenze nella salsa piccante (salsa al pepe) alle Barbados rispetto alle altre isole dei Caraibi. "Una delle differenze è che usiamo una base di senape, quindi c'è un sapore acido in essa non solo piccante per il sakè caldo. E non è come una salsa di bufala... che è molto acquosa. Questi hanno pezzi degli ingredienti e sono incredibili. La maggior parte dei Bajan userà la salsa al pepe praticamente in tutto.

Mentre stava accendendo il rum per il suo burro al rum agli agrumi, iniziò a piovere e il vento soffiò. Yellin mantenne la calma sotto la tenda. Ha detto che, ovviamente, sparare il rum brucia l'alcol. "Evaporerà ancora senza dargli fuoco, ma sto solo accelerando il processo e sembra fantastico."

Yellin sostiene anche l'uso di meno sale negli alimenti, in particolare nei pasti a più portate. “Nel mettere insieme questo piatto il riso ha il sale, questo (burro al rum) ha il sale, il pesce ha il sale, torni subito a coagulare le tue arterie con il sale. Penso che il sale sia molto sopravvalutato. Rende il cibo gradevole, ma anche gli agrumi.


Barbados, l'isola del rum

BRIDGETOWN, Barbados — Molti ritengono che il rum sia la bevanda alcolica distillata più antica del mondo. Si dice che la prima variazione commerciale di questa bevanda sia avvenuta in questa isola più orientale dei Caraibi nel 1637, che coincise con l'ascesa dell'industria della canna da zucchero, la fonte del rum e la spina dorsale della sua economia fino al XX secolo.

L'isola ha anche quella che penso sia la migliore versione del punch al rum.

La Mount Gay Distilleries, fondata nel 1703, distilla la più antica marca di rum esistente al mondo (Mount Gay Rum). È anche la più nota delle distillerie di rum dell'isola. Due degli ambasciatori dell'azienda hanno tenuto presentazioni su come il rum funziona con le bevande, ovviamente, e con il cibo durante il Barbados Food & Wine and Rum Festival, tenutosi dal 16 al 19 novembre.

Tutti bevono qualcosa a questa presentazione.

Bevande al rum delle feste. La madre e la nonna di Chesterfield Browne avevano grandi progetti per lui. Volevano che diventasse un insegnante o diventasse primo ministro delle Barbados. Invece, ha convinto i suoi anziani che avrebbe dovuto entrare nel settore dell'ospitalità dove ha scoperto la sua vera vocazione come barista. "Odio un lavoro in cui non puoi bere qualcosa."

Oggi, questo uomo simpatico e felice è l'ambasciatore del marchio internazionale e mixologist di Mount Gay Rum. In una presentazione all'Hilton Barbados intitolata "Natale a novembre", Browne ha creato bevande natalizie utilizzando erbe e spezie tradizionali del periodo natalizio, nonché spezie e liquori Bajan (Barbadian). Ha preparato cinque drink tradizionali per le feste occidentali e caraibiche, si è assicurato che tutti nel pubblico avessero un assaggio di ciascuno, ha corso ben oltre la sua ora disponibile e voleva ancora più tempo per finire.

Ha preparato una bevanda dai fiori rossi della pianta di acetosella, che cresce in tutti i Caraibi, insieme a zenzero, bastoncini di cannella, cannella in polvere, chiodi di garofano interi, zucchero di canna e rum.

Spezza le erbe e l'acetosa per aprire i sapori e fa circolare alcuni fiori della pianta per dare al pubblico un assaggio del suo intenso aroma prima di distribuire da bere.

Ha anche preparato un punch al rum natalizio che includeva erbe tradizionali e una bevanda Bajan chiamata Falernum, un liquore dolce che si crede sia stato inventato alle Barbados e che viene utilizzato nelle bevande caraibiche e tropicali. Ha i sapori di mandorla, zenzero e/o chiodi di garofano e lime, e talvolta vaniglia o pimento.

Ha anche preparato una bevanda natalizia tradizionale americana a base di rum e cognac, "Tom and Jerry", che utilizzava anche uova, noce moscata e vaniglia.

Altre bevande tradizionali Bajan da lui realizzate erano un "Mais and Oil" (a base di rum, Falernum e succo di lime fresco, e un "Punch-Of-Cream", che utilizza latte condensato ed evaporato, Ponche Kuba (una crema caraibica al rum simile al creme irlandesi) e, naturalmente, rum.

Ha esortato il pubblico a utilizzare ingredienti freschi quando possibile e per molte delle bevande, come il Bajan Sorrel, è necessario riposare affinché i sapori delle erbe e delle spezie si mescolino.

Durante ogni pausa della presentazione, suonava musica natalizia. L'area del palco nella stanza era ricoperta di decorazioni natalizie.

Mentre mescolava e assaggiava a un certo punto, ha detto: "Devo dirti che mi piace un buon drink". Poi è entrato nella storia di come è diventato un mixologist.

“Mia madre voleva davvero che diventassi primo ministro. Mia nonna voleva che diventassi un'insegnante. A quei tempi tutti i primi ministri avevano nomi molto, molto lunghi... così mia madre mi ha chiamato "Chesterfield Alonso DeCoursey Proctor Brown con una E". Poi (lei) mi ha fatto pressioni per fare qualcosa di diverso da quello che volevo essere. Così ho iniziato a fare cose diverse, ma c'era sempre l'elemento degli spiriti che mi chiamava. Così ho finito per lavorare nell'ospitalità alla reception. Ma il direttore ha sempre avuto problemi a farmi andare al bar... Alla fine sono andato al bar.

Il resto, come si suol dire, è storia.

Lo chef Paul Yellin ruba un dentice rosso. Credito fotografico: Anthony DeMarco

Lo chef "Rhum". Paul Yellin, chef aziendale per Mount Gay Rum, afferma che il rum è un ingrediente importante nella creazione di piatti esotici quanto lo è nei cocktail. The Barbados native who now lives in Charleston, S.C., set out to prove this in a demonstration held outdoors under a large tent at the Hilton Barbados.

Yellin also advocates that traditional Bajan cooking can be healthy. “Everybody likes something fried. It’s delicious, it’s crispy but it’s not healthy. We know that. And there are a lot of incidents in the Caribbean recently last couple years, a lot of diabetes, a lot of health issues, a lot of heart trouble. We have such fabulous food here, people should not eat unhealthy.”

He added, “If you ever take an island tour and you drive around the east coast, you see fruit growing from the tree or the man on the side of the road selling coconuts. … You can literally walk and pick fruit off the trees. There’s no reason to starve or eat badly.”

The finished product. Paul Yellin's coconut oil poached red snapper with red rice and citrus butter. . [+] Photo credit: Anthony DeMarco

He prepared a coconut oil poached red snapper with red rice and citrus butter. He placed the fish with the oil, herbs (fresh thyme, sea salt and white pepper) and garlic in a ziplock bag and poached it in boiling water. Using this method he said it takes about 5 to 8 minutes to cook the fish properly. He says that people tend to overcook fish. “What’s actually very cool about poaching is you can take a look at the bag and see how it’s coming along.”

He also talked about the differences in hot sauce (pepper sauce) in Barbados as opposed to the other Caribbean islands. “One of the differences is we use a mustard base, so there’s an acidic flavor in it not just hot for hot sake. And it’s not like a buffalo sauce … that is very watery. These have bits of the ingredients in it and they are incredible. Most Bajans will use pepper sauce in just about everything.”

As he was firing up the rum for his citrus rum butter, it began to rain and the wind blew. Yellin kept his composure under the tent. He said, of course, firing the rum burns the alcohol off. “It will still evaporate without setting it on fire but I’m just speeding up the process and it looks cool.”

Yellin also advocates using less salt in food, particularly multi-course meals. “In putting this dish together the rice has salt, this (rum butter) has salt, the fish has salt, you’re going right back with clotting your arteries with salt. I think salt is very much overrated. It does make food taste nice but so does citrus.”


Barbados, The Rum Island

BRIDGETOWN, Barbados — Rum is believed by many to be the world's oldest distilled alcoholic beverage. The first commercial variation of this drink is said to have occurred in this easternmost of the Caribbean islands in 1637, which coincided with the rise of the sugarcane industry, the source of rum and the backbone of its economy well into the 20th Century.

The island also has what I think is the best version of rum punch.

Mount Gay Distilleries, founded in 1703, distills the oldest existing brand of rum in the world (Mount Gay Rum). It is also the best known of the rum distilleries on the island. Two of the company’s ambassadors gave presentations on how rum works with drinks, of course, and with food during the Barbados Food & Wine and Rum Festival, held November 16 – 19.

Everybody gets a drink at this presentation.

Holiday Rum Drinks. Chesterfield Browne’s mother and grandmother had big plans for him. They wanted him to either be a teacher or become prime minister of Barbados. Instead, he convinced his elders that he should enter the hospitality industry where he discovered his true calling as a bartender. “I hate a job where you can’t have a drink.”

Today, this engaging and happy man is the international brand ambassador and mixologist of Mount Gay Rum. In a presentation at the Hilton Barbados titled, “Christmas in November,” Browne created holiday drinks using traditional Christmas season herb and spices as well as Bajan (Barbadian) spices and liquor. He made five traditional western and Caribbean holiday drinks, made sure everyone in the audience had a taste of each, ran well-over his hour time allotment and still wanted more time to finish.

He made one drink from the red flowers of the sorrel plant, which grows throughout the Caribbean, along with ginger, cinnamon sticks, ground cinnamon, whole cloves, brown sugar and rum.

He breaks the herbs and the sorrel to open the flavors and passed around a few flowers from the plant to give the audience a sampling of its intense aroma before handing out drinks.

He also made a Christmas rum punch that included traditional herbs and a Bajan drink called Falernum, a sweet liquor believed to be invented in Barbados that is used in Caribbean and tropical drinks. It has the flavors of almond, ginger and/or cloves, and lime, and sometimes vanilla or allspice.

He also made a traditional American holiday drink made with rum and cognac, “Tom and Jerry,” which also used eggs, nutmeg and vanilla.

Other traditional Bajan drinks he made were a “Corn and Oil” (made of rum, Falernum and fresh lime juice, and a “Punch-Of-Cream,” which uses condensed and evaporated milk, Ponche Kuba (a Caribbean rum cream similar to Irish creams) and, of course, rum.

He urged those in the audience to use fresh ingredients whenever possible and for many of the drinks, such as the Bajan Sorrel, resting is required in order for the flavors of the herbs and spices to blend.

During any pause in the presentation, Christmas music played. The stage area in the room was covered in Christmas decorations.

While mixing and tasting at one point, he said, “I must tell you I enjoy a good drink.” Then he went into the story of how he became a mixologist.

“My mother really wanted me to be prime minister. My grandmother wanted me to be a teacher. In those days all prime ministers had very, very long names … so my mother named me ‘Chesterfield Alonso DeCoursey Proctor Brown with an E.’ Then (she) pressured me to do something different than what I wanted to be. So I started doing different things but there was always the element of the spirits calling me. So I ended up working in the hospitality in reception. But the manager always had a problem with me going to the bar.… Eventually I went into the bar.

The rest, as they say, is history.

Chef Paul Yellin poaches a red snapper. Photo credit: Anthony DeMarco

The 'Rhum' Chef. Paul Yellin, corporate chef for Mount Gay Rum, says that rum is as important an ingredient in creating exotic dishes as it is in cocktails. The Barbados native who now lives in Charleston, S.C., set out to prove this in a demonstration held outdoors under a large tent at the Hilton Barbados.

Yellin also advocates that traditional Bajan cooking can be healthy. “Everybody likes something fried. It’s delicious, it’s crispy but it’s not healthy. We know that. And there are a lot of incidents in the Caribbean recently last couple years, a lot of diabetes, a lot of health issues, a lot of heart trouble. We have such fabulous food here, people should not eat unhealthy.”

He added, “If you ever take an island tour and you drive around the east coast, you see fruit growing from the tree or the man on the side of the road selling coconuts. … You can literally walk and pick fruit off the trees. There’s no reason to starve or eat badly.”

The finished product. Paul Yellin's coconut oil poached red snapper with red rice and citrus butter. . [+] Photo credit: Anthony DeMarco

He prepared a coconut oil poached red snapper with red rice and citrus butter. He placed the fish with the oil, herbs (fresh thyme, sea salt and white pepper) and garlic in a ziplock bag and poached it in boiling water. Using this method he said it takes about 5 to 8 minutes to cook the fish properly. He says that people tend to overcook fish. “What’s actually very cool about poaching is you can take a look at the bag and see how it’s coming along.”

He also talked about the differences in hot sauce (pepper sauce) in Barbados as opposed to the other Caribbean islands. “One of the differences is we use a mustard base, so there’s an acidic flavor in it not just hot for hot sake. And it’s not like a buffalo sauce … that is very watery. These have bits of the ingredients in it and they are incredible. Most Bajans will use pepper sauce in just about everything.”

As he was firing up the rum for his citrus rum butter, it began to rain and the wind blew. Yellin kept his composure under the tent. He said, of course, firing the rum burns the alcohol off. “It will still evaporate without setting it on fire but I’m just speeding up the process and it looks cool.”

Yellin also advocates using less salt in food, particularly multi-course meals. “In putting this dish together the rice has salt, this (rum butter) has salt, the fish has salt, you’re going right back with clotting your arteries with salt. I think salt is very much overrated. It does make food taste nice but so does citrus.”


Barbados, The Rum Island

BRIDGETOWN, Barbados — Rum is believed by many to be the world's oldest distilled alcoholic beverage. The first commercial variation of this drink is said to have occurred in this easternmost of the Caribbean islands in 1637, which coincided with the rise of the sugarcane industry, the source of rum and the backbone of its economy well into the 20th Century.

The island also has what I think is the best version of rum punch.

Mount Gay Distilleries, founded in 1703, distills the oldest existing brand of rum in the world (Mount Gay Rum). It is also the best known of the rum distilleries on the island. Two of the company’s ambassadors gave presentations on how rum works with drinks, of course, and with food during the Barbados Food & Wine and Rum Festival, held November 16 – 19.

Everybody gets a drink at this presentation.

Holiday Rum Drinks. Chesterfield Browne’s mother and grandmother had big plans for him. They wanted him to either be a teacher or become prime minister of Barbados. Instead, he convinced his elders that he should enter the hospitality industry where he discovered his true calling as a bartender. “I hate a job where you can’t have a drink.”

Today, this engaging and happy man is the international brand ambassador and mixologist of Mount Gay Rum. In a presentation at the Hilton Barbados titled, “Christmas in November,” Browne created holiday drinks using traditional Christmas season herb and spices as well as Bajan (Barbadian) spices and liquor. He made five traditional western and Caribbean holiday drinks, made sure everyone in the audience had a taste of each, ran well-over his hour time allotment and still wanted more time to finish.

He made one drink from the red flowers of the sorrel plant, which grows throughout the Caribbean, along with ginger, cinnamon sticks, ground cinnamon, whole cloves, brown sugar and rum.

He breaks the herbs and the sorrel to open the flavors and passed around a few flowers from the plant to give the audience a sampling of its intense aroma before handing out drinks.

He also made a Christmas rum punch that included traditional herbs and a Bajan drink called Falernum, a sweet liquor believed to be invented in Barbados that is used in Caribbean and tropical drinks. It has the flavors of almond, ginger and/or cloves, and lime, and sometimes vanilla or allspice.

He also made a traditional American holiday drink made with rum and cognac, “Tom and Jerry,” which also used eggs, nutmeg and vanilla.

Other traditional Bajan drinks he made were a “Corn and Oil” (made of rum, Falernum and fresh lime juice, and a “Punch-Of-Cream,” which uses condensed and evaporated milk, Ponche Kuba (a Caribbean rum cream similar to Irish creams) and, of course, rum.

He urged those in the audience to use fresh ingredients whenever possible and for many of the drinks, such as the Bajan Sorrel, resting is required in order for the flavors of the herbs and spices to blend.

During any pause in the presentation, Christmas music played. The stage area in the room was covered in Christmas decorations.

While mixing and tasting at one point, he said, “I must tell you I enjoy a good drink.” Then he went into the story of how he became a mixologist.

“My mother really wanted me to be prime minister. My grandmother wanted me to be a teacher. In those days all prime ministers had very, very long names … so my mother named me ‘Chesterfield Alonso DeCoursey Proctor Brown with an E.’ Then (she) pressured me to do something different than what I wanted to be. So I started doing different things but there was always the element of the spirits calling me. So I ended up working in the hospitality in reception. But the manager always had a problem with me going to the bar.… Eventually I went into the bar.

The rest, as they say, is history.

Chef Paul Yellin poaches a red snapper. Photo credit: Anthony DeMarco

The 'Rhum' Chef. Paul Yellin, corporate chef for Mount Gay Rum, says that rum is as important an ingredient in creating exotic dishes as it is in cocktails. The Barbados native who now lives in Charleston, S.C., set out to prove this in a demonstration held outdoors under a large tent at the Hilton Barbados.

Yellin also advocates that traditional Bajan cooking can be healthy. “Everybody likes something fried. It’s delicious, it’s crispy but it’s not healthy. We know that. And there are a lot of incidents in the Caribbean recently last couple years, a lot of diabetes, a lot of health issues, a lot of heart trouble. We have such fabulous food here, people should not eat unhealthy.”

He added, “If you ever take an island tour and you drive around the east coast, you see fruit growing from the tree or the man on the side of the road selling coconuts. … You can literally walk and pick fruit off the trees. There’s no reason to starve or eat badly.”

The finished product. Paul Yellin's coconut oil poached red snapper with red rice and citrus butter. . [+] Photo credit: Anthony DeMarco

He prepared a coconut oil poached red snapper with red rice and citrus butter. He placed the fish with the oil, herbs (fresh thyme, sea salt and white pepper) and garlic in a ziplock bag and poached it in boiling water. Using this method he said it takes about 5 to 8 minutes to cook the fish properly. He says that people tend to overcook fish. “What’s actually very cool about poaching is you can take a look at the bag and see how it’s coming along.”

He also talked about the differences in hot sauce (pepper sauce) in Barbados as opposed to the other Caribbean islands. “One of the differences is we use a mustard base, so there’s an acidic flavor in it not just hot for hot sake. And it’s not like a buffalo sauce … that is very watery. These have bits of the ingredients in it and they are incredible. Most Bajans will use pepper sauce in just about everything.”

As he was firing up the rum for his citrus rum butter, it began to rain and the wind blew. Yellin kept his composure under the tent. He said, of course, firing the rum burns the alcohol off. “It will still evaporate without setting it on fire but I’m just speeding up the process and it looks cool.”

Yellin also advocates using less salt in food, particularly multi-course meals. “In putting this dish together the rice has salt, this (rum butter) has salt, the fish has salt, you’re going right back with clotting your arteries with salt. I think salt is very much overrated. It does make food taste nice but so does citrus.”


Barbados, The Rum Island

BRIDGETOWN, Barbados — Rum is believed by many to be the world's oldest distilled alcoholic beverage. The first commercial variation of this drink is said to have occurred in this easternmost of the Caribbean islands in 1637, which coincided with the rise of the sugarcane industry, the source of rum and the backbone of its economy well into the 20th Century.

The island also has what I think is the best version of rum punch.

Mount Gay Distilleries, founded in 1703, distills the oldest existing brand of rum in the world (Mount Gay Rum). It is also the best known of the rum distilleries on the island. Two of the company’s ambassadors gave presentations on how rum works with drinks, of course, and with food during the Barbados Food & Wine and Rum Festival, held November 16 – 19.

Everybody gets a drink at this presentation.

Holiday Rum Drinks. Chesterfield Browne’s mother and grandmother had big plans for him. They wanted him to either be a teacher or become prime minister of Barbados. Instead, he convinced his elders that he should enter the hospitality industry where he discovered his true calling as a bartender. “I hate a job where you can’t have a drink.”

Today, this engaging and happy man is the international brand ambassador and mixologist of Mount Gay Rum. In a presentation at the Hilton Barbados titled, “Christmas in November,” Browne created holiday drinks using traditional Christmas season herb and spices as well as Bajan (Barbadian) spices and liquor. He made five traditional western and Caribbean holiday drinks, made sure everyone in the audience had a taste of each, ran well-over his hour time allotment and still wanted more time to finish.

He made one drink from the red flowers of the sorrel plant, which grows throughout the Caribbean, along with ginger, cinnamon sticks, ground cinnamon, whole cloves, brown sugar and rum.

He breaks the herbs and the sorrel to open the flavors and passed around a few flowers from the plant to give the audience a sampling of its intense aroma before handing out drinks.

He also made a Christmas rum punch that included traditional herbs and a Bajan drink called Falernum, a sweet liquor believed to be invented in Barbados that is used in Caribbean and tropical drinks. It has the flavors of almond, ginger and/or cloves, and lime, and sometimes vanilla or allspice.

He also made a traditional American holiday drink made with rum and cognac, “Tom and Jerry,” which also used eggs, nutmeg and vanilla.

Other traditional Bajan drinks he made were a “Corn and Oil” (made of rum, Falernum and fresh lime juice, and a “Punch-Of-Cream,” which uses condensed and evaporated milk, Ponche Kuba (a Caribbean rum cream similar to Irish creams) and, of course, rum.

He urged those in the audience to use fresh ingredients whenever possible and for many of the drinks, such as the Bajan Sorrel, resting is required in order for the flavors of the herbs and spices to blend.

During any pause in the presentation, Christmas music played. The stage area in the room was covered in Christmas decorations.

While mixing and tasting at one point, he said, “I must tell you I enjoy a good drink.” Then he went into the story of how he became a mixologist.

“My mother really wanted me to be prime minister. My grandmother wanted me to be a teacher. In those days all prime ministers had very, very long names … so my mother named me ‘Chesterfield Alonso DeCoursey Proctor Brown with an E.’ Then (she) pressured me to do something different than what I wanted to be. So I started doing different things but there was always the element of the spirits calling me. So I ended up working in the hospitality in reception. But the manager always had a problem with me going to the bar.… Eventually I went into the bar.

The rest, as they say, is history.

Chef Paul Yellin poaches a red snapper. Photo credit: Anthony DeMarco

The 'Rhum' Chef. Paul Yellin, corporate chef for Mount Gay Rum, says that rum is as important an ingredient in creating exotic dishes as it is in cocktails. The Barbados native who now lives in Charleston, S.C., set out to prove this in a demonstration held outdoors under a large tent at the Hilton Barbados.

Yellin also advocates that traditional Bajan cooking can be healthy. “Everybody likes something fried. It’s delicious, it’s crispy but it’s not healthy. We know that. And there are a lot of incidents in the Caribbean recently last couple years, a lot of diabetes, a lot of health issues, a lot of heart trouble. We have such fabulous food here, people should not eat unhealthy.”

He added, “If you ever take an island tour and you drive around the east coast, you see fruit growing from the tree or the man on the side of the road selling coconuts. … You can literally walk and pick fruit off the trees. There’s no reason to starve or eat badly.”

The finished product. Paul Yellin's coconut oil poached red snapper with red rice and citrus butter. . [+] Photo credit: Anthony DeMarco

He prepared a coconut oil poached red snapper with red rice and citrus butter. He placed the fish with the oil, herbs (fresh thyme, sea salt and white pepper) and garlic in a ziplock bag and poached it in boiling water. Using this method he said it takes about 5 to 8 minutes to cook the fish properly. He says that people tend to overcook fish. “What’s actually very cool about poaching is you can take a look at the bag and see how it’s coming along.”

He also talked about the differences in hot sauce (pepper sauce) in Barbados as opposed to the other Caribbean islands. “One of the differences is we use a mustard base, so there’s an acidic flavor in it not just hot for hot sake. And it’s not like a buffalo sauce … that is very watery. These have bits of the ingredients in it and they are incredible. Most Bajans will use pepper sauce in just about everything.”

As he was firing up the rum for his citrus rum butter, it began to rain and the wind blew. Yellin kept his composure under the tent. He said, of course, firing the rum burns the alcohol off. “It will still evaporate without setting it on fire but I’m just speeding up the process and it looks cool.”

Yellin also advocates using less salt in food, particularly multi-course meals. “In putting this dish together the rice has salt, this (rum butter) has salt, the fish has salt, you’re going right back with clotting your arteries with salt. I think salt is very much overrated. It does make food taste nice but so does citrus.”


Barbados, The Rum Island

BRIDGETOWN, Barbados — Rum is believed by many to be the world's oldest distilled alcoholic beverage. The first commercial variation of this drink is said to have occurred in this easternmost of the Caribbean islands in 1637, which coincided with the rise of the sugarcane industry, the source of rum and the backbone of its economy well into the 20th Century.

The island also has what I think is the best version of rum punch.

Mount Gay Distilleries, founded in 1703, distills the oldest existing brand of rum in the world (Mount Gay Rum). It is also the best known of the rum distilleries on the island. Two of the company’s ambassadors gave presentations on how rum works with drinks, of course, and with food during the Barbados Food & Wine and Rum Festival, held November 16 – 19.

Everybody gets a drink at this presentation.

Holiday Rum Drinks. Chesterfield Browne’s mother and grandmother had big plans for him. They wanted him to either be a teacher or become prime minister of Barbados. Instead, he convinced his elders that he should enter the hospitality industry where he discovered his true calling as a bartender. “I hate a job where you can’t have a drink.”

Today, this engaging and happy man is the international brand ambassador and mixologist of Mount Gay Rum. In a presentation at the Hilton Barbados titled, “Christmas in November,” Browne created holiday drinks using traditional Christmas season herb and spices as well as Bajan (Barbadian) spices and liquor. He made five traditional western and Caribbean holiday drinks, made sure everyone in the audience had a taste of each, ran well-over his hour time allotment and still wanted more time to finish.

He made one drink from the red flowers of the sorrel plant, which grows throughout the Caribbean, along with ginger, cinnamon sticks, ground cinnamon, whole cloves, brown sugar and rum.

He breaks the herbs and the sorrel to open the flavors and passed around a few flowers from the plant to give the audience a sampling of its intense aroma before handing out drinks.

He also made a Christmas rum punch that included traditional herbs and a Bajan drink called Falernum, a sweet liquor believed to be invented in Barbados that is used in Caribbean and tropical drinks. It has the flavors of almond, ginger and/or cloves, and lime, and sometimes vanilla or allspice.

He also made a traditional American holiday drink made with rum and cognac, “Tom and Jerry,” which also used eggs, nutmeg and vanilla.

Other traditional Bajan drinks he made were a “Corn and Oil” (made of rum, Falernum and fresh lime juice, and a “Punch-Of-Cream,” which uses condensed and evaporated milk, Ponche Kuba (a Caribbean rum cream similar to Irish creams) and, of course, rum.

He urged those in the audience to use fresh ingredients whenever possible and for many of the drinks, such as the Bajan Sorrel, resting is required in order for the flavors of the herbs and spices to blend.

During any pause in the presentation, Christmas music played. The stage area in the room was covered in Christmas decorations.

While mixing and tasting at one point, he said, “I must tell you I enjoy a good drink.” Then he went into the story of how he became a mixologist.

“My mother really wanted me to be prime minister. My grandmother wanted me to be a teacher. In those days all prime ministers had very, very long names … so my mother named me ‘Chesterfield Alonso DeCoursey Proctor Brown with an E.’ Then (she) pressured me to do something different than what I wanted to be. So I started doing different things but there was always the element of the spirits calling me. So I ended up working in the hospitality in reception. But the manager always had a problem with me going to the bar.… Eventually I went into the bar.

The rest, as they say, is history.

Chef Paul Yellin poaches a red snapper. Photo credit: Anthony DeMarco

The 'Rhum' Chef. Paul Yellin, corporate chef for Mount Gay Rum, says that rum is as important an ingredient in creating exotic dishes as it is in cocktails. The Barbados native who now lives in Charleston, S.C., set out to prove this in a demonstration held outdoors under a large tent at the Hilton Barbados.

Yellin also advocates that traditional Bajan cooking can be healthy. “Everybody likes something fried. It’s delicious, it’s crispy but it’s not healthy. We know that. And there are a lot of incidents in the Caribbean recently last couple years, a lot of diabetes, a lot of health issues, a lot of heart trouble. We have such fabulous food here, people should not eat unhealthy.”

He added, “If you ever take an island tour and you drive around the east coast, you see fruit growing from the tree or the man on the side of the road selling coconuts. … You can literally walk and pick fruit off the trees. There’s no reason to starve or eat badly.”

The finished product. Paul Yellin's coconut oil poached red snapper with red rice and citrus butter. . [+] Photo credit: Anthony DeMarco

He prepared a coconut oil poached red snapper with red rice and citrus butter. He placed the fish with the oil, herbs (fresh thyme, sea salt and white pepper) and garlic in a ziplock bag and poached it in boiling water. Using this method he said it takes about 5 to 8 minutes to cook the fish properly. He says that people tend to overcook fish. “What’s actually very cool about poaching is you can take a look at the bag and see how it’s coming along.”

He also talked about the differences in hot sauce (pepper sauce) in Barbados as opposed to the other Caribbean islands. “One of the differences is we use a mustard base, so there’s an acidic flavor in it not just hot for hot sake. And it’s not like a buffalo sauce … that is very watery. These have bits of the ingredients in it and they are incredible. Most Bajans will use pepper sauce in just about everything.”

As he was firing up the rum for his citrus rum butter, it began to rain and the wind blew. Yellin kept his composure under the tent. He said, of course, firing the rum burns the alcohol off. “It will still evaporate without setting it on fire but I’m just speeding up the process and it looks cool.”

Yellin also advocates using less salt in food, particularly multi-course meals. “In putting this dish together the rice has salt, this (rum butter) has salt, the fish has salt, you’re going right back with clotting your arteries with salt. I think salt is very much overrated. It does make food taste nice but so does citrus.”


Barbados, The Rum Island

BRIDGETOWN, Barbados — Rum is believed by many to be the world's oldest distilled alcoholic beverage. The first commercial variation of this drink is said to have occurred in this easternmost of the Caribbean islands in 1637, which coincided with the rise of the sugarcane industry, the source of rum and the backbone of its economy well into the 20th Century.

The island also has what I think is the best version of rum punch.

Mount Gay Distilleries, founded in 1703, distills the oldest existing brand of rum in the world (Mount Gay Rum). It is also the best known of the rum distilleries on the island. Two of the company’s ambassadors gave presentations on how rum works with drinks, of course, and with food during the Barbados Food & Wine and Rum Festival, held November 16 – 19.

Everybody gets a drink at this presentation.

Holiday Rum Drinks. Chesterfield Browne’s mother and grandmother had big plans for him. They wanted him to either be a teacher or become prime minister of Barbados. Instead, he convinced his elders that he should enter the hospitality industry where he discovered his true calling as a bartender. “I hate a job where you can’t have a drink.”

Today, this engaging and happy man is the international brand ambassador and mixologist of Mount Gay Rum. In a presentation at the Hilton Barbados titled, “Christmas in November,” Browne created holiday drinks using traditional Christmas season herb and spices as well as Bajan (Barbadian) spices and liquor. He made five traditional western and Caribbean holiday drinks, made sure everyone in the audience had a taste of each, ran well-over his hour time allotment and still wanted more time to finish.

He made one drink from the red flowers of the sorrel plant, which grows throughout the Caribbean, along with ginger, cinnamon sticks, ground cinnamon, whole cloves, brown sugar and rum.

He breaks the herbs and the sorrel to open the flavors and passed around a few flowers from the plant to give the audience a sampling of its intense aroma before handing out drinks.

He also made a Christmas rum punch that included traditional herbs and a Bajan drink called Falernum, a sweet liquor believed to be invented in Barbados that is used in Caribbean and tropical drinks. It has the flavors of almond, ginger and/or cloves, and lime, and sometimes vanilla or allspice.

He also made a traditional American holiday drink made with rum and cognac, “Tom and Jerry,” which also used eggs, nutmeg and vanilla.

Other traditional Bajan drinks he made were a “Corn and Oil” (made of rum, Falernum and fresh lime juice, and a “Punch-Of-Cream,” which uses condensed and evaporated milk, Ponche Kuba (a Caribbean rum cream similar to Irish creams) and, of course, rum.

He urged those in the audience to use fresh ingredients whenever possible and for many of the drinks, such as the Bajan Sorrel, resting is required in order for the flavors of the herbs and spices to blend.

During any pause in the presentation, Christmas music played. The stage area in the room was covered in Christmas decorations.

While mixing and tasting at one point, he said, “I must tell you I enjoy a good drink.” Then he went into the story of how he became a mixologist.

“My mother really wanted me to be prime minister. My grandmother wanted me to be a teacher. In those days all prime ministers had very, very long names … so my mother named me ‘Chesterfield Alonso DeCoursey Proctor Brown with an E.’ Then (she) pressured me to do something different than what I wanted to be. So I started doing different things but there was always the element of the spirits calling me. So I ended up working in the hospitality in reception. But the manager always had a problem with me going to the bar.… Eventually I went into the bar.

The rest, as they say, is history.

Chef Paul Yellin poaches a red snapper. Photo credit: Anthony DeMarco

The 'Rhum' Chef. Paul Yellin, corporate chef for Mount Gay Rum, says that rum is as important an ingredient in creating exotic dishes as it is in cocktails. The Barbados native who now lives in Charleston, S.C., set out to prove this in a demonstration held outdoors under a large tent at the Hilton Barbados.

Yellin also advocates that traditional Bajan cooking can be healthy. “Everybody likes something fried. It’s delicious, it’s crispy but it’s not healthy. We know that. And there are a lot of incidents in the Caribbean recently last couple years, a lot of diabetes, a lot of health issues, a lot of heart trouble. We have such fabulous food here, people should not eat unhealthy.”

He added, “If you ever take an island tour and you drive around the east coast, you see fruit growing from the tree or the man on the side of the road selling coconuts. … You can literally walk and pick fruit off the trees. There’s no reason to starve or eat badly.”

The finished product. Paul Yellin's coconut oil poached red snapper with red rice and citrus butter. . [+] Photo credit: Anthony DeMarco

He prepared a coconut oil poached red snapper with red rice and citrus butter. He placed the fish with the oil, herbs (fresh thyme, sea salt and white pepper) and garlic in a ziplock bag and poached it in boiling water. Using this method he said it takes about 5 to 8 minutes to cook the fish properly. He says that people tend to overcook fish. “What’s actually very cool about poaching is you can take a look at the bag and see how it’s coming along.”

He also talked about the differences in hot sauce (pepper sauce) in Barbados as opposed to the other Caribbean islands. “One of the differences is we use a mustard base, so there’s an acidic flavor in it not just hot for hot sake. And it’s not like a buffalo sauce … that is very watery. These have bits of the ingredients in it and they are incredible. Most Bajans will use pepper sauce in just about everything.”

As he was firing up the rum for his citrus rum butter, it began to rain and the wind blew. Yellin kept his composure under the tent. He said, of course, firing the rum burns the alcohol off. “It will still evaporate without setting it on fire but I’m just speeding up the process and it looks cool.”

Yellin also advocates using less salt in food, particularly multi-course meals. “In putting this dish together the rice has salt, this (rum butter) has salt, the fish has salt, you’re going right back with clotting your arteries with salt. I think salt is very much overrated. It does make food taste nice but so does citrus.”


Guarda il video: Barbados Food u0026 Wine and Rum Festival 2014