sinergiasostenible.org
Nuove ricette

Martha Stewart, Emeril citato in giudizio per la vendita di coltelli contraffatti

Martha Stewart, Emeril citato in giudizio per la vendita di coltelli contraffatti



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.


Oh cielo, sembra che Martha Stewart sia di nuovo nei guai. E questa volta Emeril si unisce a lei sul ceppo, poiché la coppia è stata citata in giudizio da un'organizzazione commerciale tedesca per aver venduto coltelli fabbricati in Cina come pregiato acciaio tedesco.

La causa sostiene che le posate a marchio Emeril vendute sull'Home Shopping Network affermavano di provenire da Solingen, in Germania, una zona rinomata per il suo acciaio. Ma la denominazione Solingen è un marchio protetto di proprietà dell'attore, e i coltelli in questione sono effettivamente realizzati in Cina. Martha Stewart Living Omnimedia possiede la linea di Emeril.

Secondo la CBS, le lame dei coltelli erano contrassegnate con "Emerils" e "Solingen, Germania" da un lato e "Cina" dall'altro.

"Il marchio e la designazione spuri utilizzati dai Convenuti nel commercio interstatale sono identici o sostanzialmente indistinguibili dal marchio di certificazione SOLINGEN sui prodotti coperti dal marchio di certificazione SOLINGEN", afferma la causa.

“Questi coltelli sono stati descritti in onda come prodotti a Solingen, in Germania, famosa per l'eccellenza nella produzione di coltelli. Questo è il motivo principale per cui li ho acquistati. Sotto il nome di Emeril, sulla lama c'è scritto Solingen, Germania. Gira la lama e c'è scritto Cina. Anche prima di conoscere la controversia relativa alla causa sul luogo di produzione, si è rotto il manico di un coltello", si è lamentato un recensore di HSN.com.

La Camera di commercio e industria tedesca Wuppertal-Solingen-Remscheid ha citato in giudizio l'Home Shopping Network e Martha Stewart Living Omnimedia, nonché Martha Stewart ed Emeril Lagasse individualmente, per "fino a $ 2.000.000 per ogni volta che i coltelli sono stati menzionati".


Martha Stewart

Martha Helen Stewart (nata Kostyra Pronuncia polacca: [kɔ'stɨra] nata il 3 agosto 1941) è un'imprenditrice, scrittrice e personaggio televisivo statunitense. Come fondatrice di Martha Stewart Living Omnimedia, ha ottenuto successo attraverso una serie di iniziative imprenditoriali, che comprendono editoria, radiodiffusione, merchandising ed e-commerce. Ha scritto numerosi libri di successo, è l'editore di Martha Stewart Living rivista e ha ospitato due programmi televisivi in ​​syndication: Martha Stewart Living, che si è svolto dal 1993 al 2004, e Martha, dal 2005 al 2012.

Nel 2004, Stewart è stata condannata per accuse relative al caso di compravendita di azioni ImClone, ha scontato cinque mesi in una prigione federale ed è stata rilasciata nel marzo 2005. Si ipotizzava che l'incidente avrebbe effettivamente posto fine al suo impero mediatico, [2] [3] [4 ] ma nel 2005 Stewart ha iniziato una campagna di ritorno [5] e la sua azienda è tornata alla redditività nel 2006. [6] Stewart è rientrata nel consiglio di amministrazione di Martha Stewart Living Omnimedia nel 2011 [7] ed è diventata nuovamente presidente della sua omonima società nel 2012 [8] La società è stata acquisita da Sequential Brands nel 2015. [9]


Scandalo sull'insider trading

Nel giugno 2002, Stewart ha fatto di nuovo scalpore sui titoli finanziari, questa volta per voci di insider trading. Stewart era sotto inchiesta per aver venduto centinaia di azioni di ImClone Systems poco prima del rifiuto della Food and Drug Administration di approvare il nuovo farmaco antitumorale della società. Il valore del titolo è sceso notevolmente dopo l'annuncio della FDA. A causa delle indagini, la Stewart si è dimessa dal consiglio di amministrazione della Borsa di New York a ottobre, appena quattro mesi dopo la sua adesione.

Nel giugno 2003, un'accusa di 41 pagine ha accusato Stewart di frode finanziaria, ostruzione alla giustizia, cospirazione e false dichiarazioni ai pubblici ministeri e all'FBI. Si è dichiarata innocente da tutte le accuse e si è dimessa da presidente e CEO del suo impero Omnimedia. Nel febbraio 2004, un giudice ha respinto l'accusa di frode finanziaria, ma una giuria l'ha giudicata colpevole di cospirazione, intralcio alla giustizia e due capi di imputazione per false dichiarazioni. Stewart è stato condannato a cinque mesi di carcere e una multa di $ 30.000 a luglio. Ha scontato la prima parte della sua pena in un carcere di minima sicurezza ad Alderson, West Virginia, nell'ottobre 2004.


San Diego — Martha Stewart, la sua azienda, Home Shopping Network ed Emeril Lagasse sono stati citati in giudizio la scorsa settimana da una camera di commercio regionale tedesca per la promozione di coltelli contrassegnati con il marchio tedesco “Solingen” nonostante i coltelli’ siano di origine cinese .

La Camera dell'Industria e del Commercio Wuppertal-Solingen-Remscheid è un'associazione commerciale tedesca che possiede il “marchio di certificazione” “Solingen” in relazione a prodotti tedeschi di alta qualità, secondo la sua denuncia presentata nel distretto meridionale della Florida l'11 settembre

Il nome commerciale Solingen risale all'incirca al 1853 e rappresenta la migliore qualità delle posate tedesche e di altri prodotti tedeschi, afferma la camera. Le posate solide sotto il nome Solingen sono prodotte a Solingen, in Germania, e il marchio certifica che i prodotti su cui appare il suo nome sono di una certa origine e rispettano standard di produzione molto specifici.

Le posate includono coltelli e lame di ogni tipo e sono state prodotte a Solingen per secoli, con le sue radici nella fabbricazione di spade e pugnali. La protezione sotto il nome Solingen è fornita da una legislazione speciale in Germania, il decreto Solingen, che richiede che le merci contrassegnate con il marchio soddisfino condizioni rigorose.

In base al decreto, chiunque venda posate o prodotti affini che non sono realizzati a Solingen non deve dare l'impressione ai consumatori che i propri prodotti siano realizzati lì.

All'inizio di quest'anno la camera ha scoperto che alcuni tipi di posate venivano distribuiti tramite HSN contrassegnati sia con il nome Solingen che con la parola “China.” Dopo un'indagine, la camera ha stabilito che gli imputati stanno vendendo e distribuendo diversi tipi di posate recanti usi contraffatti e illeciti del marchio Solingen.

I coltelli sono contrassegnati con il nome del marchio Emeril, con “Solingen, Germany” contrassegnato su un lato della lama e “China” sull'altro. Martha Stewart Living Omnimedia Inc. è l'attuale proprietario del marchio Emeril.

“Il marchio e la designazione spuri utilizzati dagli imputati nel commercio interstatale sono identici o sostanzialmente indistinguibili dal marchio di certificazione di Solingen,” afferma la denuncia.

I prodotti contraffatti rischiano di causare confusione tra i consumatori, commerciano erroneamente sulla buona volontà e sulla reputazione del marchio Solingen e hanno ingiustamente arricchito i loro produttori e distributori, secondo la camera.

Stewart, Lagasse e le società hanno "denigrato e macchiato" il marchio, afferma la denuncia. Inoltre, i prodotti contraffatti sono di qualità molto più scadente rispetto all'articolo originale, poiché i clienti si sono lamentati dei coltelli che si arrugginiscono e si rompono a metà, afferma.

Lagasse in particolare è ben consapevole della sacralità del nome Solingen, avendo collaborato con l'azienda di posate tedesca Wüsthof Dreizackwerk KG nel 2002 per produrre una linea di prodotti a marchio congiunto. Wüsthof è una nota azienda con uno stabilimento a Solingen e, secondo la camera, utilizza correttamente il marchio sulle sue posate premium.


L'uomo della California intenta un'azione collettiva sui coltelli da cucina venduti su Home Shopping Network


SAN FRANCISCO (Legal Newsline) - Una class action è stata intentata contro Home Shopping Network dopo che i consumatori hanno affermato di aver ricevuto coltelli contraffatti.

Allen Moshiri afferma che i coltelli da cucina del ramo "Emeril" venduti da HSN sono contraffatti e non i prodotti di alta qualità fabbricati in Germania come pubblicizzati, secondo una denuncia presentata il 5 marzo alla Corte Distrettuale degli Stati Uniti per il Distretto Settentrionale della California.

Gli imputati avrebbero promosso, pubblicizzato e venduto vari coltelli da cucina e set di coltelli con il marchio "Emeril", dal nome del famoso chef Emeril Lagasse, che rappresentavano erano fabbricati a Solingen, in Germania, una zona famosa in tutto il mondo per la produzione di alta qualità posate.

Martha Stewart Living Omnimedia Inc. Anche la Homebase LLC di Emeril e Emerils.com sono state citate come imputate nella causa.

"Contrariamente alle dichiarazioni degli imputati, questi coltelli e set di coltelli sono stati fabbricati in Cina", afferma la denuncia. "I coltelli e i set di coltelli in questione recano su un lato della lama il marchio 'Emeril' e le parole 'Solingen Germania' ma sull'altro lato della lama è impressa la parola 'Cina'".

Moshiri afferma che "Solingen" è un nome rappresentativo della migliore qualità delle posate tedesche e di altri prodotti tedeschi.

"Prodotte a Solingen, in Germania, le posate vendute con il nome 'Solingen' certificano che i prodotti venduti con quel marchio sono di una certa origine e sono conformi a standard di produzione estremamente elevati e specifici", secondo la tuta. "I prodotti realizzati a Solingen sono di una qualità particolarmente elevata con materiali di alta qualità, realizzati da lavoratori qualificati e noti per l'eccellenza nella lavorazione artigianale."

Moshiri afferma di aver acquistato un coltello da chef giapponese Santoku da cinque pollici attraverso Home Shopping Network l'8 luglio 2012, dopo aver visto gli annunci pubblicitari sul coltello.

Poco dopo che Moshiri ha ricevuto il coltello, ha iniziato ad arrugginirsi e la lama si è smussata, secondo la causa.

Moshiri sostiene che se avesse saputo la verità sulla qualità del coltello e su dove è stato fabbricato, non l'avrebbe comprato.

Moshiri sta cercando un ordine che certifichi la classe e nomini lui e il suo avvocato a rappresentare la classe per i danni subiti da lui e da altri membri della classe per la restituzione a lui e ai membri della classe di tutti i soldi indebitamente ottenuti dagli imputati e per pre e post - interesse di giudizio.

È rappresentato da Farrah Mirabel degli uffici legali di Farrah Mirabel e J. Kirk Donnelly degli uffici legali di J. Kirk Donnelly.

Il caso è stato assegnato al giudice distrettuale Richard Seeborg.

L'11 settembre 2012 è stata intentata una causa contro Stewart, Martha Stewart Living Omnimedia, Lagasse, HSN e SED International Holdings dalla Camera dell'Industria e del Commercio di Wuppertal-Solingen-Remscheid presso la Corte Distrettuale degli Stati Uniti per il Distretto Meridionale della Florida in merito i coltelli di Solingen.

La Camera di Commercio di Solingen ha citato in giudizio gli imputati, affermando che i coltelli di Stewart e Legasse erano contraffatti.

I coltelli "veri" Solingen sono contrassegnati con "Solingen" su un lato della lama, non "Solingen, Germania", affermava la tuta.

Il 28 gennaio è stata depositata un'ordinanza per un'ingiunzione permanente nel caso.

Con l'ingiunzione permanente, il tribunale ha ingiunto e inibito ai convenuti l'uso, la registrazione o la riproduzione del marchio di certificazione Solingen di proprietà dell'attore e la fabbricazione, l'appalto per la fabbricazione, l'assistenza alla fabbricazione, l'ordinazione, la distribuzione, la vendita, l'importazione, l'esportazione, la promozione, pubblicità, marketing, esposizione, vendita o offerta di vendita di posate contrassegnate dal marchio di certificazione Solingen che non rispettano le rigorose condizioni del marchio di certificazione.

Agli imputati è stato inoltre vietato affermare falsamente che esso, o uno qualsiasi dei suoi prodotti sono collegati a Solingen, sponsorizzati da o associati ad esso o che i suoi prodotti sono approvati, approvati e/o associati al querelante, senza la previa approvazione di Solingen che violano o contraffazione del marchio di certificazione di Solingen e dall'istruire, aiutare o favorire consapevolmente qualsiasi altra persona, azienda o entità nell'impegnarsi in una di queste attività.

Numero del caso della Corte distrettuale degli Stati Uniti per il distretto settentrionale della California: 3:14-cv-01034

Vuoi ricevere una notifica ogni volta che scriviamo di ?

Iscriviti La prossima volta che scriviamo su , ti invieremo un'email con un link alla storia. Puoi modificare le tue impostazioni o annullare l'iscrizione in qualsiasi momento.

Newsletter settimanale

Iscriviti e ricevi le ultime notizie sui tribunali, i giudici e le ultime denunce, direttamente nella tua casella di posta.


Grazie! Spero tu abbia ragione. Ricordo solo di aver bevuto il caffè "Wolfgang Puck" in un hotel ed era un terribile caffè marrone debole. Questo con alcune altre esperienze mi ha trasformato dal fidarmi molto delle sponsorizzazioni delle celebrità. Forse Emeril li ha ispezionati e ha dato il suo timbro di approvazione, che ne so io!

Ho un set di coltelli katana calphalon che sono decenti ma non sono il top della linea o altro. Ho anche un set di smeraldi che ha comprato mia moglie. La mia esperienza è che puoi dare un tocco malvagio a quasi tutti i coltelli. dovrai solo farlo più spesso su quelli più economici. Ciò ridurrà la durata della vita, ma non di qualcosa di significativo nel quadro generale. Sia che tu capisca l'angolo attuale o semplicemente usi il tuo temperino e potenzialmente cambi l'angolo. prova a mantenerlo lo stesso da qui in poi per ridurre al minimo la macinatura in eccesso.

di solito ho tutti i miei con un doppio bisello di 20 gradi tranne il mio coltello da filetto (pesce) che ho a 17.


I più letti

Ma hanno negato "qualsiasi cattiva condotta intenzionale o intenzionale in relazione alle posate accusate".

Ma per ottenere l'ambito sigillo, un coltello non deve essere solo esemplare, ma anche prodotto a Soligen, una città a metà strada tra Colonia e Dusseldorf.

Secondo i documenti del tribunale, la reputazione della città risale a otto secoli fa. Inizialmente era conosciuto come un centro di spade e pugnali di prim'ordine.

Da allora i suoi artigiani si sono affermati come i principali produttori di forbici, posate da cucina e rasoi.


Deen è nata Paula Ann Hiers ad Albany, Georgia, [3] figlia di Corrie A. Hiers (nata Paul) e Earl Wayne Hiers, Sr. [5] Deen aveva 19 anni quando suo padre morì improvvisamente all'età di 40 anni e sua madre morì quattro anni dopo all'età di 44 anni. [6] Prima della morte del padre, Paula, di 18 anni, sposò Jimmy Deen e nel 1967 ebbero il loro primo figlio James ("Jamie"), e nel 1970 un secondo figlio Robert ("Bobby") sono nato. A 20 anni, Deen soffriva di depressione e agorafobia e iniziò a dedicare più tempo alla preparazione del cibo per la sua famiglia, poiché era qualcosa che poteva fare senza uscire di casa. [7] Lo stile di cucina di Deen era stato informato da sua nonna Irene Paul, che le aveva insegnato l'arte della cucina del sud [8] che Deen descrisse come “la vera cucina contadina, quella che dura tutto il giorno”. [7] Nel 1989, Deen e suo marito Jimmy divorziarono. [9] Avendo bisogno di mantenere se stessa, i suoi due figli e suo fratello minore Earl ("Bubba"), Deen tentò varie imprese [10] prima di avviare un servizio di catering che chiamò La signora delle borse, [11] preparare pranzi per gli impiegati, che i suoi figli Jamie e Bobby hanno consegnato. [10]

Dopo il successo dell'attività da casa di Deen, nel 1991 ha rilevato il ristorante del Best Western, Abercorn Street, Savannah e lo ha chiamato The Lady. Nel gennaio 1996, dopo cinque anni al Best Western, [12] Deen, insieme ai suoi figli Jamie e Bobby, ha aperto il proprio ristorante, The Lady & Sons, nel centro di Savannah, in West Congress Street. Nel giro di pochi anni, il ristorante si trasferì nel vecchio edificio White Hardware su Whitaker. Deen ha anche aperto quattro buffet di casinò: all'Harrah's Casino Tunica nel Mississippi, all'Harrah's Cherokee nel North Carolina, all'Horseshoe nell'Indiana meridionale e all'Harrah's Joliet nell'Illinois. Sono stati rinominati nel 2013 poco dopo che Deen è stato rimosso dal Food Network. [13] Oltre a questi, Deen era comproprietario dell'Oyster House dello zio Bubba a Savannah in Georgia. Il ristorante ha chiuso nell'aprile 2014 [14] [15] e ha riaperto nel giugno 2017 come Paula Deen's Creek House. [16] Nel 2015, Deen ha aperto la Family Kitchen di Paula Deen a Pigeon Forge, nel Tennessee, [17] e nel giugno 2017, ne ha aperto un altro nella città di Myrtle Beach, nella Carolina del Sud, a Broadway at the Beach. [18] Nel 2018, Deen ha aperto due ristoranti Paula Deen in Texas, ma entrambi hanno chiuso l'anno successivo. [19] [20] Nel 2020, Deen ha aperto una Family Kitchen di Paula Deen a Nashville, nel Tennessee, [21] e nel 2021, un'altra a Panama City Beach. [22]

Nel 1997, Deen si autopubblicò The Lady & Sons Savannah Country Cookbook e Anche la signora e i figli! Un intero nuovo lotto di ricette da Savannah . Entrambi i libri di cucina presentavano ricette tradizionali del sud. [23] Da allora ne ha pubblicati altri due, scritti con Martha Nesbit. Deen è apparso su QVC e oltre Lo spettacolo di Oprah Winfrey (la prima nel 2002, due nel 2007 e una nel 2010). La sua storia di vita è descritta in Ritorni straordinari: 201 storie ispiratrici di coraggio, trionfo e successo (2007, Sourcebooks). Nell'aprile 2007, Simon & Schuster ha pubblicato il libro di memorie di Deen, Non si tratta solo di cucinare. Ha lanciato una rivista di lifestyle chiamata Cucinare con Paula Deen nel novembre 2005, [24] che ha sostenuto una tiratura di 7,5 milioni nel marzo 2009. [25] A partire dal 2021, la rivista viene ancora pubblicata mensilmente. Nel 2015, Paula Deen Ventures ha firmato un accordo di distribuzione con Hachette Client Services per futuri libri di cucina. [26] [27] Nel 2019, Deen ha pubblicato il suo ultimo libro di cucina, La cottura del sud di Paula Deen. [28]

La relazione di Deen con Food Network è iniziata nel 1999, quando un amico l'ha presentata a Gordon Elliott. [6] Elliott la portò in giro per la città per una serie di Cene Bussate Episodi. Deen è stato invitato a girare un pilota di nome Tè del pomeriggio all'inizio del 2001. Alla rete è piaciuto e alla fine ha dato a Deen il suo spettacolo, La cucina casalinga di Paula, che ha debuttato nel novembre 2002. La cucina casalinga di Paula è stato originariamente registrato a Millbrook, New York, a casa di Elliott, [6] e in seguito, registrato a casa di Deen a Savannah, in Georgia. [29]

Deen ha presentato altri due spettacoli di Food Network, La festa di Paula e I migliori piatti di Paula. [31] La festa di Paula ha debuttato su Food Network nel 2006 [32] e I migliori piatti di Paula ha debuttato nel giugno 2008. [33] Una biografia televisiva di Deen è andata in onda come episodio di Food Network's Chefografia programma, nel marzo 2006. [34]

Il 21 giugno 2013, a causa di una controversia sull'ammissione di Deen di aver usato insulti razziali in un post sui social media, The Food Network ha annunciato che non avrebbero rinnovato il suo contratto. [35] Nel marzo 2015, Deen ha lanciato il canale Paula Deen su Roku. [36] Nel settembre 2015, Deen è stato annunciato come una delle celebrità a competere nella 21a stagione di Ballando con le stelle. È stata accoppiata con il ballerino professionista Louis van Amstel. [37] La ​​coppia è stata eliminata nella sesta settimana di gara, finendo al 9° posto assoluto. Nell'ottobre 2016, Deen ha lanciato uno spettacolo televisivo sindacato, Positivamente Paula. Deen appare anche sulla rete di acquisti domestici ShopHQ che vende una varietà di prodotti tra cui elettrodomestici da cucina e prodotti alimentari.

Il 7 aprile 2021, è stato annunciato che Paula Deen si unirà a Masterchef come ospite ospite per l'undicesima stagione in anteprima nel giugno 2021. Deen, insieme ad altri famosi cuochi, come Emeril Lagasse, si unirà a Gordon Ramsay per guida 15 cuochi casalinghi attraverso una serie di sfide. [38]

Nel 2004, Deen ha sposato Michael Groover (nato nel 1956), un capitano di rimorchiatori nel porto di Savannah, in Georgia. [39] Deen ha due figli da un precedente matrimonio, così come Groover. Il matrimonio è stato presentato in uno spettacolo di Food Network nel 2004 e si è svolto alla Bethesda Academy di Savannah. [40]

Paula è una sostenitrice della Bethesda Academy e ha chiesto all'Old Savannah Tours di donare $ 1 all'organizzazione per ogni biglietto acquistato per la vendita dei biglietti del Paula Deen Store. [40]

Deen ha fatto il suo debutto cinematografico in Elizabethtown (2005), con Orlando Bloom e Kirsten Dunst. Ha interpretato la zia del personaggio di Bloom e la sua cucina è stata descritta. Una rete alimentare speciale, Paula va a Hollywood, in onda in concomitanza con la prima del film. [41]

Nel giugno 2007, Deen ha vinto un Daytime Emmy Award (Outstanding Lifestyle Host) per La cucina casalinga di Paula. [42] Nell'ottobre 2010, è stata selezionata come Grand Marshal del Tournament of Roses Parade e ha presieduto la Rose Parade del 2011 prima del Rose Bowl Game il 1 gennaio 2011. [43]

Uso dello zucchero nelle ricette Modifica

Deen è stata criticata per il suo uso dello zucchero da Christina Pirello, sostenitrice del "cibo naturale" e chef televisiva. [44] Ricettario per il Lunch-Box Set, un libro di cucina rivolto ai bambini, è stato criticato da Barbara Walters dicendo del libro: "Dici ai bambini di mangiare la cheesecake a colazione. Dici loro di mangiare torta al cioccolato e polpettone per pranzo. E patatine fritte. Non ti dà fastidio che stai aggiungendo a questo?" Paula Deen ha risposto "Tutte le cose con moderazione". [45] Il famoso chef Anthony Bourdain ha commentato nel 2011 che "ci penserebbe due volte prima di dire a una nazione già obesa che va bene mangiare cibo che ci sta uccidendo". [46] Il 17 gennaio 2012, Deen ha annunciato che le era stato diagnosticato il diabete di tipo 2 tre anni prima. Deen è diventato un portavoce pagato per l'azienda farmaceutica danese Novo Nordisk che produce farmaci per quella malattia. [47]

Polemiche insulti razziali Modifica

Nel giugno 2013, Deen è stata citata in giudizio da Lisa Jackson per discriminazione razziale e sessuale. [48] ​​Jackson ha detto che Deen ha fatto commenti sprezzanti nei confronti degli afroamericani. [49] Jackson ha anche detto che Deen ha riflettuto sui piani di matrimonio per suo fratello con un "vero tema in stile piantagione del sud" con server maschi neri, ma ha rifiutato i piani "perché i media sarebbero stati su di me per questo". Il caso è stato ascoltato nell'agosto 2013, con il giudice che ha respinto la causa con pregiudizio. [50] [51] [52] Entrambe le parti hanno convenuto di archiviare la causa "senza alcuna attribuzione di costi o commissioni a nessuna delle parti". [53] [54] Deen ha dichiarato nella sua deposizione di aver usato la "parola N" a volte. [55] [56] [57] [58] [59] In particolare, ha ricordato di aver raccontato a suo marito di un incidente "quando un uomo di colore ha fatto irruzione nella banca in cui stavo lavorando e mi ha puntato una pistola alla testa... non mi sento molto favorevole nei suoi confronti." [60] Alla domanda se avesse usato la parola da allora, ha detto: "Sono sicuro di averlo fatto, ma è passato molto tempo [. ] forse nel ripetere qualcosa che mi è stato detto . probabilmente una conversazione tra neri. Io non – non lo so. Ma questa non è una parola che usiamo con il passare del tempo. Le cose sono cambiate dagli anni '60 nel sud”. [60]

Nel periodo tra il deposito della causa e il rigetto della causa, Deen ha avuto programmi di cucina, accordi di pubblicazione e contratti di sponsorizzazione annullati da Food Network, [61] Smithfield Foods, [62] Walmart, [63] Target, QVC, [64 ] Caesars Entertainment, [13] Novo Nordisk, [65] JC Penney, [66] Sears/ Kmart, [67] e il suo allora editore Ballantine Books [68] tuttavia, diverse aziende hanno espresso l'intenzione di continuare i loro accordi di sponsorizzazione con Deno. [69] Nello stesso periodo, le vendite dei libri di cucina di Deen aumentarono. [70] L'ex presidente degli Stati Uniti Jimmy Carter ha esortato Deen a essere perdonato, affermando: "Penso che sia stata punita, forse troppo severamente, per la sua onestà nell'ammetterlo e per l'uso della parola in un lontano passato. Si è scusata abbondantemente. " [71]

Amo Lucy polemica Modifica

Nel luglio 2015, Deen ha affrontato polemiche su una foto di Halloween del 2011 in cui Paula era vestita come Lucy Ricardo interpretata da Lucille Ball mentre suo figlio Bobby era vestito come il marito cubano di Lucy Ricky Ricardo, interpretato da Desi Arnaz, con un trucco marrone, insieme a Gordon Elliott che non era in costume. [72] [73] La foto è stata presa da un episodio a tema festivo del suo precedente programma di Food Network I migliori piatti di Paula con un tweet che imita l'accento inglese di Arnaz nello show. [74] Il materiale è stato rimosso rapidamente.


Riepilogo della ricetta

  • Olio vegetale, per spennellare
  • 4 buste di gelatina non aromatizzata (3 cucchiai più 1 1/2 cucchiaini)
  • 3 tazze di zucchero semolato
  • 1 1/4 di tazza di sciroppo di mais leggero
  • 1/4 di cucchiaino di sale
  • 2 cucchiaini di estratto di vaniglia puro
  • 1 1/2 tazze di zucchero a velo

Spennellare una teglia di vetro da 9x13 pollici con olio. Foderare con pergamena, consentendo una sporgenza di 2 pollici sui lati lunghi. Spennellare la pergamena con l'olio messo da parte.

Metti lo zucchero semolato, lo sciroppo di mais, il sale e 3/4 di tazza d'acqua in una casseruola media. Portare a ebollizione a fuoco alto, mescolando per sciogliere lo zucchero. Cuocere, senza mescolare, fino a quando il composto registra 238 gradi su un termometro per caramelle, circa 9 minuti.

Nel frattempo, mettere 3/4 di tazza di acqua fredda nella ciotola di un miscelatore elettrico cospargere di gelatina. Lasciar ammorbidire 5 minuti.

Attaccare la ciotola con la gelatina al mixer dotato di frusta. Con il mixer a bassa velocità, sbattere lo sciroppo caldo nella miscela di gelatina. Aumentare gradualmente la velocità a velocità alta fino a quando il composto non diventa molto rigido, circa 12 minuti. Sbattere nella vaniglia. Versare nel piatto preparato e livellare con una spatola offset. Mettere da parte, scoperto, finché non si ferma, circa 3 ore.

Setacciare 1 tazza di zucchero a velo su un piano di lavoro. Sformare il marshmallow sullo zucchero a velo rimuovere la pergamena. Spennellare leggermente un coltello affilato con olio, quindi tagliare il marshmallow in quadrati di 2 pollici. Setacciare 1/2 tazza rimanente di zucchero a velo in una piccola ciotola e arrotolare ogni marshmallow nello zucchero per ricoprirlo.


Guarda il video: utility accendino gas con coltello